Wall Street chiude in buon rialzo. Fattore chiave: i tassi

5 Settembre 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Chiusura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,39% a 17.133,70 punti, il Nasdaq avanza dello 0,45% a 4.582,90 punti, mentre lo S&P500 mette a segno un progresso dello 0,5% a 2.007,4 punti.

La delusione per la creazione di meno posti di lavoro del previsto è stata interpretata in chiave positiva da alcuni investitori, che ora si aspettano che la Federal Reserve mantenga i tassi a zero più a lungo.

In agosto la maggiore economia al mondo ha creato 142 mila posti, mento dei 228 mila previsti. Il tasso di disoccupazione si è contratto al 6,1% dal 6,2%, ai minimi di sei anni. Ma il tasso di partecipazione alla forza lavoro è sceso ancora.

Ieri Wall Street ha chiuso in ribasso, nonostante le buone notizie provenienti da Francoforte, con tutti i guadagni che sono stati bruciati sul finale.

La Bce ha deciso di ridurre i tassi di interesse allo 0,05% nell’ambito di un pacchetto di misure per rilanciare la traballante economia europea. La decisione ha inflitto un duro colpo all’euro. Draghi ha dato il via a un programma per l’acquisto di titoli di stato emessi da banche private e ha anche alzato il tasso che le banche devono pagare per depositare denaro nei conti dell’istituto centrale.

I contratti sul Dow Jones scambiano in ribasso dello 0,35%.

Quelli sull’S&P 500 cedono lo 0,2% a 1.993,50 punti.

I futures legati al paniere tecnologico del Nasdaq lasciano sul campo lo 0,1% a 4.064,25 punti.