WALL STREET CHIUDE CON UN RALLY SOTTO L’ALBERO

22 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nessun profit warning e’ piombato a rovinare la vigilia di Natale e il Nasdaq si e’ lanciato in recupero sin dall’avvio della seduta dopo essere rimasto ai minimi del 1999 per due sedute consecutive.

Il Nasdaq ha chiuso a 2.517,05 (+7,56%), il Dow Jones ha chiuso a 10.635,56 (+1,41%), l’ S&P 500 a 1.305,90 (+2,43%) e il Russell 2000 a 462,99 (+3,57%).

Il tabellone elettronico ha fermato la sua corsa sopra quota 2.500 punti, con un guadagno superiore al 7%; consistente il rialzo su tutti gli altri principali indicatori delle borse americane.

In giornata Steven Bauer, analista di SG Cowen, ha invece reiterato il giudizio ‘Buy’ sulla su IBM e un rimbalzo del 9% del colosso informatico ha dato fiato all’indice delle Blue Chip di cui fa parte e aiutato ad allentare la tensione sul comparto high-tech.

“Abbiamo assistito a vendite fuori controllo e ora che molti analisti hanno gettato la spugna gli investitori sono tornati – commenta Alan Skrainka di Edward Jones – Fra tre anni, riesaminando con calma quello che e’ successo, sono convinto che si guardera’ a questi giorni come a una delle piu’ incredibili opportunita’ di acquisto”.

A riparare i listini da possibili realizzi di profitto, ha contribuito l’aspettativa (questa volta fondata) che la Federal Reserve ridurra’ i tassi d’interesse progressivamente durante il 2001, con il primo intervento a fine gennaio, quando di riunira’ il comitato direttivo che decide la politica monetaria degli Stati Uniti.

Sui listini in generale mostrano tendenza al rialzo il settore dei semiconduttori, business-to-business, fibre ottiche, Internet, petrolifero.

Segno meno per oro, cartario, utility.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulle borse americane:

Nel settore informatico, sul finale di contrattazioni IBM (IBM) ha guadagnato oltre il 9% contribuendo in modo determinante al rialzo dell’indice Dow Jones dei trenta principali titoli industriali. Il titolo del piu’ grande gruppo informatico mondiale e’ in gran recupero dopo essere caduto nelle scorse sedute al minimo degli ultimi due anni.
(Vedi Borse: IBM in ripresa del 9% dopo scivolone)

Nel settore delle telecomunicazioni, 3Com Corp. (COMS) ha pubblicato ieri dopo la chiusura della seduta di borsa i dati di bilancio relativi al secondo trimestre, in calo rispetto allo scorso anno a causa del rallentamento di tutto il comparto. Nonostante cio’ il titolo 2Com ha segnato un rialzo di poco superiore all’ 11%.
(Vedi Tlc: 3Com, vendite nere nel secondo trimestre)

Nello stesso settore, in controtendenza rispetto alle numerose compagnie telefoniche che fin dalle scorse settimane hanno diffuso ‘profit warning’, Qwest Communications International Inc. (Q) ha annunciato che gli utili relativi al quarto trimestre saranno superiori alle attese dei principali analisti di Wall Street. Il titolo ha guadagnato oltre lo 0,5%.
(Vedi Utili: Qwest prevede di battere le aspettative)

Nel settore della telefonia, NTT DoCoMo Inc., la societa’ di telefonia mobile del colosso giapponese NTT (NTT), sta pensando di introdurre sul mercato nuove azioni per un valore totale di ¥1.000 miliardi, pari a $9 miliardi, nel corso dei primi tre mesi del prossimo anno; lo rivelano fonti vicine alle banche coinvolte nell’operazione. Il titolo ha guadagnato oltre l’ 1,5%.
(Vedi NTT DoCoMo, emissione azioni per $9 Mld)

Nel settore finanziario, Merrill Lynch & Co. (MER) e Charles Schwab Inc. (SCH) hanno approvato due piani di taglio costi per far fronte alle forti perdite. La banca d’affari piu’ grande del mondo ha deciso di puntare al taglio della forza lavoro, mentre Schwab ha annunciato una riduzione dei salari di 750 alti dirigenti compresi i membri del consiglio di amministrazione. Il titolo Merrill Lynch ha perso quasi l’ 1%, mentre Schwab ha guadagnato il 2,5%.

Nel settore aereospaziale, Litton Industries (LIT) ha guadagnato quasi il 24,5% dopo l’offerta di Northrop Grumman (NOC) di acquisire la societa’ per $5,1 miliardi in contanti e assunzione del debito. Il titolo NOC ha perso il 9,5%

Nel settore automobilistico, Ford Motor (F) ha lanciato, per la seconda volta in un mese, un profit warning sugli utili relativi al quarto trimestre, a causa del calo delle vendite in Nord America. La societa’ prevede adesso di chiudere il trimestre con utili di 64 centesimi per azione, in ribasso del 14% rispetto a quanto annunciato in precedenza. Il titolo Ford ha perso quasi il 5,5%.

Nello stesso settore, DaimlerChrysler AG (DCX) ha perso lo 0,5%. La societa’, secondo gli analisti, potrebbe esaurire le riserve di cassa e quindi trovarsi senza protezione rispetto alla debolezza del mercato delle auto. Le riserve di cassa si sono dimezzate quest’anno a causa di una serie di acquisizioni e perdite della divisione statunitense Chrysler.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con
rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure
definitive cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

LU

Lucent Technologies

35,389,600

13.563

-0.625

-4.41%

T

AT&T

25,153,600

17.750

+0.688

+4.03%

CPQ

Compaq Computer

23,436,800

16.000

+1.300

+8.84%

NT

Nortel Networks

16,420,900

32.438

+1.250

+4.01%

EMC

EMC  

16,173,400

68.313

+9.063

+15.30%

AOL

America Online

15,781,800

38.520

+0.860

+2.28%

PFE

Pfizer

14,470,400

44.313

+1.813

+4.26%

GLW

Corning

12,364,200

55.313

+0.813

+1.49%

MOT

Motorola 

12,416,900

18.438

+0.938

+5.36%

LMG.A

At&T -Liberty Media 

12,092,700

13.375

+1.563

+13.23%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

JDSU

JDS Uniphase

60,973,000

39.906

-3.156

-7.33%

CSCO

Cisco Systems 

58,444,400

41.125

+2.250

+5.79%

WCOM

WorldCom 

55,852,200

13.688

-0.500

-3.52%

SUNW

Sun Microsystems 

53,719,100

31.313

+4.375

+16.24%

MSFT

Microsoft  

52,076,800

46.188

+2.750

+6.33%

INTC

Intel

42,818,900

32.938

-0.188

-0.57%

ORCL

Oracle

33,248,400

31.500

+2.000

+6.78%

DELL

Dell Computer

31,635,800

18.188

+1.000

+5.82%

PALM

Palm, Inc. 

25,877,200

29.500

+3.875

+15.12%

AMAT

Applied Materials

23,868,500

38.188

+2.813

+7.95%