Wall Street apre sotto il segno delle vendite

23 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio sotto il segno delle vendite per la borsa di New York, che ancora soffre dopo la prima seduta della settimana terminata in frazionale ribasso. Non è servito a risollevare gli animi il dato sul mercato immobiliare con l’indice dei prezzi delle case statunitensi S&P Case Shiller che, a dicembre, è sceso al di sotto delle attese. Infatti, l’indice che misura l’andamento dei prezzi nelle principali venti aree metropolitane degli Stati Uniti, ha evidenziato un decremento dello 0,2% mensile, mentre gli analisti attendevano un rialzo dello 0,1%. Fra poco sarà reso noto il dato sulla fiducia dei consumatori del mese di febbraio. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,1% a 10373,33 punti, l’S&P500 un decremento dello 0,18% a 1106,01 punti ed il Nasdaq scivola dello 0,13% a quota 2238. Dal fronte societario, Macy’s ha presentato i risultati del suo quarto trimestre riportando un utile di 466 milioni dollari, o 1,10 dollari per azione, rispetto ad un rosso di 4,77 miliardi dollari, o 11,33 dollari per azione dello stesso periodo dell’anno precedente. Buone notizie anche per Home Depot che nell’ultimo trimestre del 2009 torna all’utile battendo le attese riportando un utile netto pari a 342 milioni di dollari rispetto al rosso di 54 mln (o 3 cents per azione) dello stesso trimestre dell’anno precedente.