Wall Street apre in calo frazionale, occhi su Cisco e inchieste

13 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio cauto per Wall Street, in una sessione avara di spunti particolarmente “market movers”. Gli investitori speravano in una sorpresa dal fronte delle richieste di sussidi alla disoccupazione, che invece sono scesi in linea con le attese. Resta comunque un dato positivo, visto che si tratta della quarta settimana consecutiva di diminuzione. Il mercato resta inoltre circospetto sui mai sopiti timori per il destino finanziario di molti stati europei. Comincia inoltre a preoccupare il forte apprezzamento del dollaro, che potrebbe penalizzare i titoli più legati all’export. Occhi puntati sul gigante tecnologico Cisco che ieri ha diffuso i dati di bilancio, e sul settore finanziario dopo un articolo del New York Times che parla di una possibile indagine da parte della Procura di New York su alcuni istituti. Sulle prime battute, il Dow Jones lima lo 0,23% a 10.871 punti, mentre l’S&P500 arretra dello 0,14% a 1.170. Limature (-0,20%) anche per il Nasdaq che si attesta a 2.420.