Wall Street a due colori prima del G20

22 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Proseguono contrastati gli indici americani, nella metà seduta di New York. Gli investitori americani dopo un avvio di seduta improntato alla cautela rimangono indecisi se vendere o comparare, in attesa che si ruiniscano i ministri delle finanze e dei banchieri centrali in Sud Corea. La speranza è che dal G20 possano scaturire soluzioni sul fronte valutario tra Cina e USA, anche se le previsioni propendono per il mantenimento dello “status quo.” Il segretario al Tesoro USA, Timothy Geithner, in una lettera indirizzata ai colleghi dei paesi che partecipano al meeting, ha scritto che le maggiori economie mondiali, in particolare quelle con elevati avanzi commerciali, devono evitare di usare i tassi di cambio delle proprie valute per crescere a danno dei partner commerciali, cercando altresì di ribilanciare il surplus in eccesso. Sul valutario,il biglietto verde rimane ingessato sull’euro, con il cross EUR/ USD che attesta a 1,3928 USD. Il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,23% a 11120,64 punti, l’S&P500 un incremento dello 0,09% a 1181,37 punti ed il Nasdaq una plusvalenza dello 0,64% a quota 2461,6.