WALL ST SOFFRE LA CRISI DEI PERSONAL COMPUTER

6 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata sulla piazza di New York, l’indice Dow Jones consolida una cessione superiore ai 100 punti, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq rimane in balia della volatilita’ con tendenza negativa.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

A far scattare l’allarme, sin dagli scambi di premercato, il ‘profit warning’ di Apple: la societa’ di Cupertino si prepara ad affrontare il primo trimestre del 2001con vendite drasticamente ridotte rispetto alle stime e al posto di un modesto utile sara’ costretta a iscrivere a bilancio una perdita di oltre $200 milioni.

E’ la prima volta da quando Steve Jobs, il carismatico fondatore ei ‘computer della mela’, e’ tornato al vertice della societa’ che un bilancio si chiude in rosso.

L’annuncio di Apple ha confermato cosi’ le avvisaglie di crisi nel settore dei personal computer, una situazione a cui non sfuggono neanche i prodotti che hanno puntato sull’innovazione del design per conquistare un pubblico di nicchia.

Le grigie prospettive nel settore hanno avuto impatto immediato sui giganti: IBM e Hewlett-Packard, che pure non vivono certo di personal computer, sono entrate in forte ribasso, come pure il leader mondiale, Compaq Computer, contribuendo con tutto il loro peso alla cessione dell’indice delle Blue Chip.

Negativo anche il Nasdaq, anche se il ribasso e’ trascurabile dopo il rally di ieri, che ha portato il tabellone elettronico al piu’ forte guadagno dei suoi 29 anni di storia: oltre il 10%.

L’andamento della seduta era ampiamente previsto dagli operatori, abituati a ‘manovre di assestamento tecnico’ dopo forti rialzi.

L’incognita potrebbe venire nell’ultima parte della giornata di contrattazioni, quando gli investitori potrebbero decidere di puntare sui realizzi di profitto, alleggerendo le posizioni.

Sui listini in generale sono in rialzo il settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, alberghiero, intrattenimento, bancario, assicurativo, brokeraggio.

Perdono il settore automobilistico, grande distribuzione, ristorazione, media, petrolifero, farmaceutico.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore informatico, Apple Computer Inc. (AAPL) ha annunciato che utili e vendite relativi al primo trimestre dell’anno fiscale 2001 saranno inferiori a quanto anticipato dai principali analisti di Wall Street. Il titolo perde il 15%.
(Vedi Utili: Apple, il primo smacco di Steven Jobs e Borsa: Apple brucia il 14% dopo ‘profit warning’)

Nello stesso settore, International Business Machines (IBM) perde quasi il 6,5%, Hewlett-Packard (HWP) quasi il 9,5% e Compaq Compurer (CPQ) quasi il 15%, tutte trascinate dalla cessione di Apple.

Nel settore delle tecnologie per l’archiviazione dati, EMC Corp. (EMC), una delle societa’ leader del comparto, e’ in rialzo di quasi il 2% dopo aver annunciato di attendersi per il quarto trimestre un rialzo degli utili del 38%.
(Vedi Utili: Emc prevede rialzo del 38%)

Nel settore editoriale, Dow Jones & Co. (DJ), la societa’ che pubblica il quotidiano finanziario ‘The Wall Street Journal’, ha fatto sapere questa mattina di attendersi per il quarto trimestre un utile compreso tra 83 e 86 centesimi per azione, al di sotto dei 92 centesimi previsti dagli analisti di First Call/Thomson Financial. Il titolo perde il 7,5%.
(Vedi Utili: ‘profit warning’ di Dow Jones)

Nel settore Internet, Yahoo! Inc. (YHOO) perde quasi il 10% dopo che Henry Blodget, analista di punta di Merrill Lynch & Co., ha rivisto in negativo le stime sui dati di bilancio relativi al primo trimestre 2001 del piu’ grande portale Internet americano.
(Vedi Borsa: Yahoo perde 7% su stime Merrill Lynch)

Nello settore delle telecomunicazioni, Motorola (MOT) ha offerto una commessa da oltre $1 miliardo alla canadese Celestica (CLS) per la produzione nei prossimi 3 anni di telefoni cellulari, pager e radio ricetrasmittenti. Il titolo MOT perde quasi il 3%, mentre Celestica guadagna il 9%.
(Vedi Tlc: Motorola delega produzione a Celestica)

Nel settore della grande distribuzione, Home Depot (HD) guadagna quasi l’ 11%. La societa’ ha fatto sapere ieri dopo la chiusura di borsa di aver nominato come suo presidente e amministratore delegato Robert Nardelli, gia’ amministratore delegato di una divisione di General Electric(GE); Nardelli sostituisce Arthur Blank, che diventa co presidente della societa’ assieme al al co-fondatore Bernard Marcus. UBS Warburg inoltre ha aumentato il rating di HD da “Buy” a “Strong Buy”. Il tiolo GE perde quas l’ 1%.

Nel settore dele telecomunicazioni, Juniper Networks (JNPR) perde il 6%. La societa’ ha fatto sapere che collaborera’ con la svedese Ericsson (ERICY), che quasi perde quasi lo 0,5%, per lo sviluppo della tecnologia per i telefonini di terza generazione.

Nel settore dell’abbilgamento, J.W. Nordstrom (JWN) ha annunciato un calo delle vendite in novembre dello 0,6%. Il titolo a meta’ giornata e’ invariato.

Nel settore finanziario, l’agenzia di rating Standard & Poor ha deciso di eliminare dall’indice S&P 500 altre tre societa’ della vecchia economia: Polaroid (PLD), che a meta’ giornata e’ invariato, Springs Industries (SMI), che perde il 5,75% e Russell (RML), che perde quasi l’ 8,5%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 12.00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

LU

Lucent Technologies

14,008,000

15.563

-1.250

-7.43%

NOK

Nokia  

10,740,900

52.188

+0.813

+1.58%

HD

Home Depot 

10,227,600

45.000

+1.375

+3.15%

CPQ

Compaq Computer 

9,760,400

20.750

-3.650

-14.96%

T

AT&T 

9,703,600

21.000

+0.625

+3.07%

NT

Nortel Networks 

9,701,000

41.375

+0.750

+1.85%

MOT

Motorola 

8,922,500

18.500

-0.500

-2.63%

HWP

Hewlett-Packard

8,108,800

31.875

-3.125

-8.93%

CMB

Chase Manhattan 

7,429,300

42.750

+1.438

+3.48%

AOL

America Online 

7,165,200

45.370

+1.290

+2.93%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 12.00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei
singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

INTC

Intel 

43,698,400

32.813

-3.188

-8.85%

CSCO

Cisco 

35,000,400

52.688

+0.563

+1.08%

WCOM

WorldCom 

27,104,200

15.063

+0.375

+2.55%

DELL

Dell Computer

26,906,600

18.000

-2.250

-11.11%

SUNW

Sun Microsystems 

24,335,000

45.813

-0.063

-0.14%

JNPR

Juniper Networks 

18,055,800

147.563

-8.438

-5.41%

MSFT

Microsoft

17,746,000

57.688

-2.188

-3.65%

ORCL

Oracle 

17,327,300

30.625

-0.875

-2.78%

QCOM

Qualcomm  

16,431,100

106.063

+6.438

+6.46%

AAPL

Apple Computer 

15,313,900

14.375

-2.625

-15.44%