WALL ST. INGOIA GREENSPAN E PUNTA SU HIGH-TECH

25 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seduta delle borse americane si e’ conclusa con tutti gli indici in positivo; tuttavia mentre Dow Jones si tiene a galla per una manciata di punti, Nasdaq recupera quota 4.000 punti.

Il Nasdaq ha chiuso a 4.029,56 (+1,21%), il Dow Jones ha chiuso a 10.699,97 (+0,14%), l’S&P 500 a 1.474,47 (+0,70%) e il Russell 2000 a 514,33 (+0,02%).

I mercati inizialmente hanno reagito in modo negativo alla diffusione dei dati economici sulla fiducia dei consumatori americani – salita in giugno alla quota record di 141,7 – e sulla costruzione di nuove case – aumentate in giugno del 2,8%.

Alla luce di questi numeri, che suggeriscono un passo di corsa sempre sostenuto per la locomotiva Usa, il discorso che il presidente della Fed, Alan Greenspan, ha riletto alla Camera, suona diversamente rispetto a una settimana fa, quando le borse si lanciarono in rally mentre erano i senatori ad ascoltare il sermone.

Greenspan ha ripetuto la prudente lezione sullo stato dell’economia Usa: dopo sei strette sui tassi d’interesse in dodici mesi, si apprezzano segnali di rallentamento nella crescita, ma nessuno e’ in grado di stabilire se l’effetto sara’ duraturo.

Da circa dieci anni il costo del denaro negli Stati Uniti non era cosi’ alto: i tassi a breve (Fed Funds) hanno raggiunto quota 6,5% e un altro aumento entro l’anno e’ considerato piu’ che probabile dagli economisti per contrastare possibili spinte inflazionistiche.

Greenspan si tiene molto sulle linee generali, evitando il piu’ possibile riferimenti ai tassi d’interesse, e questo sembra tranquillizzare gli investitori.

Il presidente si dilunga su tutti gli interrogativi che riguardano l’interpretazione della ‘New Economy’ , ribadisce che tutto sta cambiando “molto in fretta”, garantisce che la Banca centrale Usa proteggera’ l’accresciuto benessere degli americani contro i rischi di un’espansione economica fuori controllo.

In particolare oggi e’ preoccupato dall’eccessiva fiducia dei consumatori americani, un atteggiamento che si accompagna a una accentuata propensione a spendere, uno delle molle che fanno scattare l’inflazione.

La volatilita’ che ha dominato i mercati si e’ diradata solo quando Greenspan ha lasciato Capitol Hill e a questo punto l’attenzione degli investitori e’ tornata sui risultati trimestrali.

Giganti del calibro di At&t hanno battuto le previsioni degli analisti e un nuovo rapporto sul comparto dei personal computer ha restituito fiducia al settore, dopo l’allarme di ieri su dati di vendita non entusiasmanti nel secondo trimestre.

Sui listini hanno segnato un rialzo il settore dei PC, chip, brokeraggio, aerospaziale, petrolifero.

Perdono il settore farmaceutico, biotecnologico, grande distribuzione, beni di largo consumo.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore delle telecomunicazioni, At&t (T), la prima societa’ americana di telefonia su lunga distanza, ha chiuso il secondo trimestre con un incremento dell’utile operativo pari al 18%, a quota $1,7 miliardi, ovvero 52 centesimi di dollaro per azione. Il titolo At&t ha guadagnato poco piu’ dell’ 1,5%.(Vedi articoli WSI delle 7:48 e delle 9:00)

Nel settore finanziario, Reuters Group (RTRSY), il primo fornitore mondiale di informazioni finanziarie, ha chiuso il primo semestre dell’anno con uno spettacolare aumento degli utili, pari al 75%, a quota $535 milioni, pari a 353 milioni di sterline, ovvero 25,2 centesimi di sterlina per azione. Il titolo Reuters ha guadagnato quasi il 3%.(Vedi articolo WSI delle 7:57)

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha perso lo 0,5% dopo che Samuel Palmisano, uno dei vice direttori generali, e’ stato promosso direttore generale e COO (Chief Operating Officer). La mossa e’ stata interpretata dagli ambienti finanziari come una formale investitura di Palmisano, 48 anni, alla successione del presidente e amministratore delegato, Lou Gerstner. (Vedi articoli WSI delle 8:06 e delle 14:18)

Sempre nel settore finanziario, American Express (AXP) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di 54 centesimi per azione, pari a $740 milioni, un centesimo sopra le aspettative degli analisti di First Call/Thomson Financial e in rialzo del 15% sull’anno. Il titolo American Express ha perso quasi l’ 1,5%.(Vedi articoli WSI delle 8:31 e delle 9:00)

Nel settore informatico, Silicon Graphics (SGI), una delle principali produttrici di workstation e computer per la grafica, ha chiuso il trimestre con una perdita di $607,6 milioni, pari a $3,27 per azione. La forte perdita e’ stata causata dalla diminuzione delle scorte di magazzino e dagli alti costi di produzione. Il titolo Silicon Graphics ha perso il 4%.(Vedi articoli WSI delle 8:42 e delle 9:00)

Nel settore finanziario, FreeMarkets (FMKT), la societa’ specializzata nel business-to-business, ha chiuso il secondo trimestre con una perdita di 34 centesimi per azione. Gli analisti avevano previsto perdite di 41 centesimi. Il titolo FreeMarkets ha guadagnato quasi l’ 1,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:00 e delle 9:10)

Nel settore Internet, GoTo.com (GOTO) ha registrato per il trimestre appena concluso una perdita di 23 centesimi, di 8 centesimi inferiore alle aspettative del mercato. Il titolo GoTo.com ha perso quasi il 17,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:00 e delle 9:10)

Nel settore dei microprocessori, Texas Instruments (TXN) ha chiuso il secondo trimestre con un utile, esclusi oneri straordinari, di 31 centesimi per azione, al di sopra delle aspettative del mercato per un centesimo. Il titolo Texas Instruments ha perso quasi lo 0,5%. (Vedi articolo WSI delle 9:10)

Nel settore informatico, Compaq (CPQ) e una delle societa’ i cui utili sono attesi per oggi alla chiusura dei mercati. Gli analisti prevedono un utile di 21 centesimi per azione. Il titolo Compaq ha chiuso la giornata di contrattazioni invariato.(Vedi articolo WSI delle 9:10)

Nel settore tecnologico, Nortel (NT) sembra essere intenzionata a vendere la divisione di fibre ottiche a Corning (GLW) attraverso uno scambio azionario. Il titolo Nortel ha guadagnato l’ 1%, mentre il titolo Corning ha guadagnato poco piu’ del 3%. (Vedi articolo WSI delle 9:10)

Nel settore delle telecomunicazioni, Lucent Technology (LU) ha perso quasi il 2,5% sulle voci della sua intenzione di acquisire Spring Tide Networks, societa’ che produce interruttori per le reti, per $1,3 miliardi in azioni.

Nel settore dei software, RedHat (RHAT) ha perso piu’ del 12,5% dopo che il responsabile finanziario di Linux ha resignato le dimissioni annunciando che andra’ a coprire lo stesso ruolo in Silicon Graphics (SGI).

Nel settore farmaceutico, Pharmacia (PHA) ha chiuso il secondo trimestre con utili di 47 centesimi per azione, in rialzo rispetto ai 40 centesimi dello stesso periodo dell’anno precedente e in linea con le aspettative. La crescita e’ dovuta soprattutto alle forti vendite registrate dai farmaco per il trattamento dell’artrite, Celebrex e da quello per il glaucoma, Xalatan. Il titolo Pharmacia ha guadagnato il 5%.

Nel settore alimentare, McDonald’s Corp (MCD), la catena di fast food piu’ grande al mondo, ha chiuso il secondo trimestre con un utile di $525,9 milioni, pari a 39 centesimi per azione, in linea con le aspettative del mercato e in rialzo dell’1,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il titolo McDonald’s ha guadagnato piu’ del 3,5%.(Vedi articoli WSI delle 9:00 e delle 10:33)

Nel settore industriale, Luxottica (LUX) ha chiuso il primo semestre del 2000 con un utile netto consolidato di 281,3 miliardi di lire (+72,2%), a fronte di un fatturato consolidato di 2.433,9 miliardi (+40,6%). Il titolo ha guadagnato quasi l’ 11%.(Vedi articolo WSI delle 10:34)

Nel settore aereospaziale, Boeing (BA) ha guadagnato piu’ del 3%. La societa’ si prepara a lanciare su circa 4.000 aerei passeggeri di nuova costruzione il servizio che permettera’ di navigare su Internet a 10.000 metri di quota.(Vedi articolo WSI delle 10:36)

Nel settore finanziario, Ameritrade (AMTD), il broker online americano, ha chiuso il terzo trimestre del suo anno fiscale con utili in ribasso del 48% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’utile e’ stato di 3 centesimi per azione, tre volte superiore rispetto alle aspettative del mercato ma in forte ribasso rispetto ai 5 centesimi del 1999. Il titolo Ameritrade ha guadagnato il 6%.(Vedi articoli WSI delle 9:00 e delle 10:57)

Nel settore del commercio elettronico, PlanetRx.com (PLRX), la societa’ e-commerce specializzata nel settore sanitario, ha segnato un rialzo dell’ 89,75% dopo che la societa’ ha annunciato di aver ricevuto un finanziamento da $50 milioni da parte di Alpha Venture Capital.(Vedi articolo WSI delle 11:10)

Nel settore Internet, Amazon.com (AMZN), ha perso quasi il 4%. Joseph Galli, direttore generale e Chief Operating Officer (COO) del piu’ grande negozio virtuale della Rete, ha annunciato che sta per lasciare l’incarico per assumere l’incarico di presidente e amministratore delegato di VerticalNet (VERT), una societa’ Internet specializzata nelle applicazioni B2B. Il titolo VerticalNet ha guadagnato l’ 1% (Vedi articoli WSI delle 13:16 e delle 15:17)

Nel settore della grande distribuzione, Kmart Corp. (KM), la terza catena americana, ha iniziato la ristrutturazione sotto la guida del nuovo amministratore delegato. La societa’ prevede la chiusura di 72 punti vendita e l’ascrizione a perdita di $740 milioni. Il titolo Kmart ha perso il 2,75%. (Vedi articolo WSI delle 15:31)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(T) AT&T Corp. 31,898,200 33.875 +0.563 +1.69% ;

(PFE) Pfizer Inc 27,898,000 43.438 -4.125 -8.67% ;

(LU) Lucent Technologies Inc. 25,738,500 49.063 -1.188 -2.36% ;

(CC) Circuit City Stores, Inc 13,607,400 26.000 -6.625 -20.31% ;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 12,658,000 26.938 invariato 0.00%;

(TXN) Texas Instruments Incorporated 13,206,400 67.750 -0.250 -0.37% ;

(NT) Nortel Networks Corporation 11,981,900 82.750 +0.750 +0.91% ;

(AWE) AT&T Wireless Group 12,204,800 28.563 +1.500 +5.54% ;

(PHA) Pharmacia Corporation 10,890,200 55.750 +2.750 +5.19% ;

(MRK) Merck & Co., Inc. 9,791,500 70.938 +1.375 +1.98%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(SDSU) JDS Uniphase Corporation 38,577,000 129.813 -1.813 -1.38%;

(DELL) Dell Computer Corporation 34,820,700 46.938 +0.500 +1.08%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 30,383,100 68.313 +2.250 +3.41%;

(MSFT) Microsoft Corporation 28,833,900 68.875 -1.688 -2.39%;

(AMZN) Amazon.com, Inc. 26,343,300 37.250 -1.500 -3.87%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 22,669,500 68.250 +4.625 +7.27%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 21,238,700 108.750 +8.313 +8.28%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 17,816,700 29.125 +2.250 +8.37%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 15,529,100 45.313 +2.250 +5.23%;

(BLUE) Blue Martini Software 14,384,300 54.750 +34.750 +173.75%.