Wal Street in rialzo dopo i dati sulle vendite al dettaglio

11 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Wall Street estende i rialzi di ieri in avvio grazie alle ultime cifre macroeconomiche. Il mercato azionario americano viene dalla seduta migliore in oltre un mese.

L’S&P 500 guadagna lo 0,32% a 2.112 punti, il Dow Jones lo 0,4% in area 18.060, mentre il Nasdaq fa +0,35% a quota 5.095.

Tra i singoli titoli, Nike corre dell’1,2% circa dopo l’accordo firmato con l’associazione di basket americana, l’Nba. Tra i peggiori General Electric.

Gli investitori preferiscono rimanere cauti anche dopo i nuovi dati sulle vendite al dettaglio, che sono stati per una volta positivi dopo i numeri deludenti negli ultimi mesi. I consumi, che contano per circa due terzi del Pil della maggiore economia al mondo, sono saliti dell’1% in maggio, se si escludono gli acquisti di auto. Il risultato nel complesso è stato del +1,2%.

Dal mercato del lavoro sono arrivate invece notizie poco incoraggianti dopo i dati positivi di maggio. Le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono aumentate di 2 mila unità la scorsa settimana a quota 279 mila.

Il mercato è impaziente di ricevere altre indicazioni utili per anticipare le prossime mosse della Federal Reserve. Fmi e Banca Mondiale hanno lanciato un appello alla governatrice Janet Yellen per rinviare la stretta monetaria, la prima dal 2006, di un altro anno, al 2016.

Sul valutario, l’euro accelera al ribasso e cede -0,94% a $1,1218. Ritraccia lo yen dopo il rally di ieri alimentato dalle dichiarazioni del numero uno della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda, che ha detto di ritenerlo “molto debole”. Dollaro/yen +0,66% a JPY 123,49. Euro/franco svizzero -0,32% a CHF 1,0515. Euro/sterlina -0,51% a GBP 0,7254.

Tra le materie prime, i futures sul petrolio sono sotto pressione, scivolando -1,09% a $60,76 al barile. Brent -1% a $65,04. Oro -0,65% a $1.178,30, argento -1,03% a $15,87.

Alle 14 italiane, le 8 di New York, i futures sul the Dow Jones scambiano in progresso di 15 punti a 18.032.

I contratti sull’S&P 500 avanzano dello 0,02% in area 2.106,70.

I futures sul Nasdaq 100 guadagnano +0,06% a quota 4.490,75.

(DaC)