Vivacità ridotta per le borse europee

11 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La seduta prosegue senza verve per le principali borse europee, in una giornata che potrebbe essere caratterizzata da una scarsità di volumi per la festa nazionale in Usa del Columbus Day, che vedrà chiuso il mercato obbligazionario. Cresce l’attesa per la riunione di politica monetaria della Fed, dopo che venerdì scorso i deludenti dati sul mercato del lavoro a stelle e strisce hanno accresciuto le probabilità che la Federal Reserve agisca a sostegno dell’economia con misure di quantiative easing. Nessuna posizione comune sul mercato valutario è stata raggiunta durante il vertice dei sette grandi a Washington, anche se Zhou Xiaochuan, governatore della Banca Popolare Cinese, ha dichiarato che la Cina consentirà un ulteriore apprezzamento dello yuan a un ritmo lento, fino a quando lo sviluppo economico del Paese sarà ancora in pista e l’inflazione rimarrà relativamente bassa. Sul mercato dei cambi, il cross eur/usd ripiega dopo aver toccato i massimi da febbraio ad un soffio da 1,40. L’euro vale esattamente 1,3941 dollari, in una giornata povera dal fronte macroeconomico. Attorno alle 12.10, Bruxelles mostra un vantaggio dello 0,23%, Zurigo un progresso dello 0,33%, Parigi un rialzo dello 0,20% ed Amsterdam un incremento dello 0,22%. Timido segno più anche per Francoforte +0,22% e Londra +0,23% mentre Madrid risulta in disparte con una minusvalenza dello 0,51%. A livello settoriale in pole position tra i segni più le auto, seguite dai finanziari e dagli industriali. Limature per gli alimentari e le tlc.