Visa cresce in Italia, a dispetto della crisi

6 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nonostante la crisi, i conti 2014 Visa in Italia si confermano stabili rispetto all’anno precedente. Lo ha annunciato la società in un comunicato, secondo cui i risultati operativi del 2014 riportano un volume lordo, pari a 45,6 miliardi di euro, in linea col 2013.

La stessa tendenza è confermata nei volumi di spesa presso i terminali POS (€38,3 miliardi), mentre si evidenzia un incremento del 4% annuale sia per il totale delle carte Visa in circolazione, che salgono a 30,82 milioni di unità, sia per il numero di transazioni di acquisto presso i POS (525 milioni).

A partire dal 1 ottobre 2013 fino al 30 settembre 2014, i titolari di carte Visa hanno effettuato oltre 571 milioni di operazioni incrementando del 3,7% il totale delle operazioni rispetto allo stesso periodo del 2013.

“Nonostante il persistere della crisi economica, che continua a colpire duramente il nostro Paese causando forte contrazione della capacità di acquisto dei cittadini italiani, i dati di esercizio 2014 generali, pur con tassi di crescita contenuti, indicano che i consumatori in Italia si sono affidati maggiormente a Visa per i loro pagamenti e ne usano i prodotti anche per le spese di più piccolo importo” ha detto Davide Steffanini, direttore generale di Visa Europe.

Viene infine ribadita anche nel 2014 la leadership italiana nel mercato europeo per i prodotti prepagati con un numero sempre crescente di carte in circolazione – 14 milioni di unità e dato percentuale di crescita a doppia cifra, +11,2% vs 2013. (mt)