Via al fondo islamico che investe nelle imprese

24 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il primo fondo islamico di private equity, Cipef I, è stato lanciato dalla società Corecap del Qatar. Lo ha riportato due giorni fa l’agenzia di stampa araba Dpm News. Cipef I, che ammonta a 150 milioni di dollari, servirà a finanziare investimenti compatibili con la legge islamica (sharia) nella regione del Medioriente del Nordafrica. Si tratta di un fondo a breve termine (sei anni), rivolto a progetti con un tasso di rendimento interno minimo del 25 per cento l’anno e aperto anche agli investitori individuali in grado di effettuare investimenti di almeno 3 milioni di dollari.
“Il fondo sarà governato da un consiglio indipendente formato da esperti della sharia – ha detto il direttore generale di Corecap, Khaled Hassan Rashed – e potrà operare sia comprando direttamente azioni dalle società obiettivo, sia finanziando operazioni in altri comparti”. La Corecap è una società di consulenza e di investimenti fondata dall’ex ministro dell’Economia e del Commercio del Qatar, Mohammed Bin Jassim Al-Thani, che opera nell’area del Medioriente e Nordafrica.
Il settore della finanza islamica ha attualmente un volume d’affari valutato intorno agli 800 miliardi di dollari, con un tasso di crescita stimato tra il 15 e il 20 per cento l’anno.