Veterano Wall Street: “Bitcoin crollerà -90% e si trascinerà dietro azionario”

22 Gennaio 2018, di Mariangela Tessa

È una delle previsioni più nere in circolazione sul mercato delle criptovalute in questo momento ed è firmata dal veterano di Wall Street, Peter Boockvar, chief investment officer di Bleakley Advisory Group. Secondo l’esperto le valute digitali sono destinate ad un crash epico, risultato finale di una situazione che è definita come “una gigante bolla”.

“Non si sa ancora bene se il crollo avverrà lentamente o sarà repentino. Quello che è certo è che prima o poi il crash ci sarà e travolgerà indistintamente tutte le maggiori criptovalute”  ha detto ha detto  Boockvar in un’intervista alla CNBC, aggiungendo che “Quando qualcosa di parabolico come questo finisce, in genere si torna all’inizio di quella parabola”.

In altre parole, Boockvar sostiene che il Bitcoin rischia di perdere il 90% dai livelli attuali.

“Non sarei sorpreso se nel corso del prossimo anno i valori scendessero tra i $ 1.000 e $ 3000”, ha aggiunto, ricordando che questi erano i prezzi di un anno fa.

Boockvar vede il collasso del Bitcoin in tandem con l’incremento dei tassi di interesse e punta il dito verso le banche centrali, compresa la Federal Reserve, del boom delle criptovalute, risultato finale di anni di denaro facile.

“Non avremmo mai sentito parlare di criptovalute, in assenza di politiche ultraespansive,” ha aggiunto Boockvar

Ma non finisce qui. Una volta che il mercato della criptovaluta inizierà ad perdere terreno –  conclude l’esperto – anche l’atteggiamento degli investitori nei confronti di tutti le attività di rischio cambierà. In questo senso, non dovremmo stupirci se il mercato azionario finisse per subire danni collaterali.