Vaticano pagherà tasse, ma non sugli immobili

1 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Mezza vittoria per il governo nelle trattative fiscali con il Vaticano. Lo stato della Chiesa cattolica pagherà al fisco le rendite finanziarie, ma non le tasse sugli immobili.

Con l’accordo stretto dal ministero dell’Economia e annunciato dalla Santa Sede si andrà verso una maggiore trasparenza.

I due ministri firmatari, Pier Carlo Padoan del Tesoro e il Segretario per i Rapporti con gli Stati del Vaticano Paul Richard Gallagher, fanno sapere che l’intesa rappresenta un “nuovo passo verso la trasparenza finanziaria”.

L’accordo prevede il pagamento delle imposte sulle rendite finanziare a partire dal 2014, ma, allo stesso tempo, conferma l’esenzione dalle imposte sugli immobili della Santa Sede, secondo “quanto previsto dal Trattato del Laterano”.

(DaC)