Usa: vendite al dettaglio +0,2% in agosto, tasso minimo in quattro mesi

13 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel mese di agosto le vendite al dettaglio degli Stati Uniti sono salite dello 0,2%, contro il +0,4% precedente (rivisto al rialzo) e il +0,4% atteso dal consensus. Il dato si è confermato dunque inferiore alle attese degli analisti di Briefing. Il consensus di Bloomberg aveva stimato un incremento +0,5%.

La crescita è al tasso più basso in quattro mesi; i consumatori americani sono scoraggiati dall’aumento delle tasse, dall’occupazione che rimane ancora ben al di sotto del suo potenziale; il risultato è la performance anemica di quella componente, i consymi, che incide per il 70% sull’economia Usa.

Escludendo la componente auto, l’indicatore è avanzato di appena +0,1%; gli analisti avevano previsto +0,3% contro il +0,6% precedente (dato rivisto al rialzo contro il +0,5% inizialmente riportato).