Usa: sussidi di disoccupazione in rialzo a 380.000, peggio stime

di Redazione Wall Street Italia
12 Aprile 2012 14:30

New York – Nella settimana che si è conclusa lo scorso 7 aprile, il numero di lavoratori che negli Stati Uniti ha fatto richiesta per la prima volta per ottenere i sussidi di disoccupazione è salito di 13.000 unità a 380.000 unità, rispetto alle 367.000 unità precedenti (dato rivisto al rialzo dalle 357.000 unità inizialmente rese note). Si tratta del livello massimo dalla fine di gennaio.

Il dato è stato peggiore delle attese, in quanto gli analisti avevano previsto un calo a 355.000 unità.

Riguardo alle richieste continuative relative alla settimana conclusasi il 31 marzo, queste sono scese a 3,251 milioni dai 3,349 milioni precedenti. In questo caso il dato è stato migliore delle attese del consensus, che erano per un valore di 3,350 milioni.

Da segnalare comunque che la maggior parte dell’aumento delle richieste iniziali dei sussidi è stato dovuto alla pausa primaverile, che corrisponde al periodo in cui diversi dipendenti, come autisti di autobus e lavoratori del settore della ristorazione, hanno la possibilità di fare richiesta per ottenere i sussidi.

Tuttavia anche la media delle ultime quattro settimane, un indicatore più attendibile in quanto meno soggetto alle volatilità, è avanzata, salendo di 4.250 unità a 368.500 unità, al record in un mese.