Usa: l’Ism manifatturiero aumenta a quota 56.3

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di agosto l’indice ISM, il dato che misura l’andamento dell’attivita’ manifatturiera negli Stati Uniti, e’ aumentato piu’ del previsto a quota 56.3 da 55.5 di luglio. Si tratta del primo aumento dopo tre mesi consecutivi di cali, a loro volta preceduti da nove mesi in cui l’attivita’ aveva registrato un’espansione.

Lo ha comunicato l’Institute for Supply Management, di Tempe in Arizona.

L’indicatore si e’ rivelato migliore delle stime degli analisti. Il consensus era infatti per un calo a quota 54.2 punti 52.9.

Ricordiamo che un valore superiore ai 50 punti indica comunque un’espansione dell’attivita’ manifatturiera, mentre un valore inferiore indica contrazione.