USA: Evans (FED), non c’è fretta per aumento tassi

8 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Federal Reserve non ha fretta di aumentare i tassi di interesse. Questo quanto ribadito dal presidente della Fed di Chicago Charles Evans, che oggi ha parlato in occasione del Forum “Some Thoughts on the Current Economic Situation”. Evans si è dichiaratamente espresso contrario ad una politica di tassi accomodante per un tempo elevato, in quanto favorirebbe una eccessiva pressione inflazionistica. Tuttavia, stando all’attuale outlook, i tassi sono appropriati e al momento l’inflazione è sotto controllo. I prezzi al consumo sono infatti visti stabili nel breve termine. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, Evans ha affermato di vedere il bicchiere mezzo pieno. “Le aziende sono diventate caute nell’assumere personale a tempo indeterminato – ha affermato Evans – così continuano a forzare producendo di più con meno manodopera. Ma questo può essere fatto solo per periodi brevi. A mano a mano che la ripresa andrà avanti le aziende riconquisteranno fiducia e il tasso di occupazione salirà su basi più solide.”