USA: ANCHE AI BLOGGER GARANTITA RISERVATEZZA DELLE FONTI

7 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Washington, 7 mag – Presto i blogger statunitensi potrebbero godere del diritto di proteggere le proprie fonti, ed essere equiparati così in tutto e per tutto ai giornalisti. Le due Camere del Parlamento di Washington stanno infatti esaminando una versione aggiornata del “Free Flow of Information Act”, la legge sulla libera circolazione delle informazioni, che prevede un concetto allargato del cosiddetto “reporter’s shield”, ovvero la possibilità da parte di un giornalista di non svelare l’identità delle proprie fonti, anche di fronte a un giudice che ne faccia esplicita richiesta. “Il nostro intento – ha spiegato il deputato repubblicano Rick Boucher, uno dei firmatari della legge – è quello di estendere i diritti tradizionalmente riservati ai giornalisti anche a quei blogger che sono regolarmente impegnati nella diffusione dell’informazione”. Nel testo della nuova legge la facoltà di tutelare la fonte viene riconosciuta a “chiunque pratichi giornalismo”, mentre fino ad oggi era esclusivamente riservata a chi produceva quotidiani, libri, riviste e periodici “su carta o in forma elettronica”, oltre ai network che trasmettono via etere o via cavo.