URAGANO GUSTAV, COMPAGNIE PETROLIFERE EVACUANO PIATTAFORME

27 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Le più importanti compagnie petrolifere hanno iniziato oggi le procedure di evacuazione del proprio personale nel golfo del Messico in vista dell’arrivo della tempesta tropicale Gustav. Lo ha detto un funzionario di una società di elicotteri. “A partire da oggi, stiamo mandando via le persone non essenziali per la maggior parte delle principali compagnie petrolifere”, ha detto Jim Shugart, vice presidente esecutivo della società di elicotteri Era. Planalytics, una società privata di previsioni, ha detto che Gustav potrebbe costringere nei prossimi giorni alla chiusura di circa l’85% delle piattaforme statunitensi per la produzione di petrolio e gas naturale nel Golfo del Messico.

Intanto il petrolio a New York è in rialzo del 2% a 118,62 dollari, sia per le conseguenze della chiusura delle piattaforme nel Golfo del Messico, sia dopo il calo inatteso delle scorte settimanali statunitensi. Secondo il dipartimento dell’Energia le scorte, la scorsa settimana, sono diminuite di 177.000 barili a 305,8 milioni di barili. Le previsioni, al contrario, erano per un rialzo di 1,1 milioni di barili. Prima della pubblicazione delle scorte il greggio scambiava a 118,28 dollari.