Ultimi dati su REVLIMID(R) presentati in mieloma multiplo di nuova diagnosi al congresso 2008 d

2 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

Celgene International Sàrl (Nasdaq:CELG) ha annunciate oggi che alcuni medici provenienti da centri di ricerca oncologici di spicco hanno presentato alcuni dati tratti da diversi studi clinici su REVLIMID (lenalidomide) in casi di mieloma multiplo all’American Society of Clinical Oncology. Tra questi c’erano anche gli ultimi risultati provenienti da due grandi gruppi d’analisi di tipo cooperativo che hanno valutato l’uso di REVLIMID in combinazione con dexametasone su pazienti di nuova diagnosi. Entrambi i gruppi hanno identificato un maggior tasso di sopravvivenza e migliori tassi di risposta completa per REVLIMID se combinato con dexametasone. In uno studio su REVLIMID in uso combinato con dosi basse di dexametasone (Rd) rispetto a REVLIMID in uso combinato con dosi standard di dexametasone (RD), condotto su pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi e diretto dall’Eastern Cooperative Oncology Group (E4A03), i medici hanno registrato tassi di risposta completa che non erano stati tabulati in presentazioni precedenti. I pazienti nel gruppo Rd dello studio hanno dimostrato un tasso combinato di risposta quasi completa/risposta parziale molto buona (nCR/VGPR) del 52 per cento rispetto al 42 per cento del gruppo RD (P=0,06). È stato inoltre registrato un tasso di sopravvivenza complessivo nell’88 per cento dei casi nel gruppo Rd rispetto al 78 per cento nel gruppo RD (p=0,007). Tossicità non-ematologiche di grado 3 o superiore nel gruppo RD contro il gruppo Rd dello studio includevano trombosi venosa profonda (DVT)/embolismo polmonare (PE) (25% contro 11%) infezione/polmonite (16% contro 8%) ischemia cardiaca (3% contro 0,5%) e neuropatia (2% in entrambi i gruppi). È importante sottolineare che in un’analisi landamark di quattro mesi su 255 pazienti che hanno continuato la terapia dopo quattro cicli di trattamento in seno allo studio, i pazienti a cui è stato somministrato l’Rd hanno registrato un tasso di sopravvivenza complessivo del 93 per cento, rispetto all’82 per cento dei pazienti a cui è stato somministrato l’RD (p=0,073). I pazienti a cui in sede d’analisi è stato somministrato l’RD o l’Rd, e che si sono sottoposti a trapianto autologo di cellule staminali hanno altresì raggiunto un tasso complessivo di sopravvivenza del 93 per cento. I pazienti a cui è stato somministrato l’Rd nell’analisi landmark hanno dimostrato un tasso di risposta complessiva (OR) dell’89 per cento, un tasso di risposta completa (CR) del 22 per cento e un tasso di CR/VGPR del 56 per cento. La durata della risposta per questi pazienti è stata di 25 mesi. Il Southwest Oncology Group ha inoltre presentato gli ultimi risultati di uno studio (SWOG 0232) in pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi volto a valutare REVLIMID in uso combinato con dexametasone (RD) rispetto al solo dexametasone (D). La presentazione ha sottolineato un tasso combinato di risposta completa (CR) e un tasso di risposta parziale molto buono (VGPR) del 62 per cento per l’RD, rispetto al 19 per cento per il dexametasone (p