Uk: Eurostar, a Cremonini va la ristorazione

1 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il Gruppo Cremonini, attraverso la controllata Momentum Services Ltd, si riaggiudica la gara internazionale indetta dall’inglese Eurostar Group per la gestione dei servizi di ristorazione a bordo dei 60 treni ad alta velocità che, attraverso il tunnel sotto la Manica, collegano quotidianamente Londra a Parigi e Bruxelles. Il contratto, con decorrenza da oggi, ha una durata di cinque anni e un’opzione di rinnovo per ulteriori due anni, ed è stato siglato a Londra da Momentum Services, società partecipata da Cremonini (51 per cento) e da Ssp Financing Uk (49 per cento).
L’accordo – precisa una nota del gruppo modenese – genererà un fatturato complessivo stimato in oltre 250 milioni di euro e riguarda i servizi di ristorazione per i milioni di passeggeri che ogni anno utilizzano i treni Eurostar. Nel 2006 sono stati 7.850.000 i viaggiatori sugli Eurostar, e si stima che nel 2012 saranno circa dieci milioni. Lo scorso anno, oltre ai milioni di cibi e bevande consumati nei due bar presenti sul treno, sono stati serviti circa un milione e mezzo di pasti al posto. Tra le novità del servizio previste dal contratto rientra l’impegno di Cremonini per il rispetto dell’ambiente e della sicurezza alimentare.
L’Ad del gruppo, Vincenzo Cremonini, e l’Ad per la sezione ristorazione Valentino Fabbian, presentando a Londra l’appalto Eurostar, hanno notato come il giro d’affari per la ristorazione “on board” sull’alta velocità (Cremonini è in questo segmento il numero uno europeo, e il numero due nella ristorazione sui treni in generale) sia destinato ad aumentare: “Con l’apertura della nuova stazione di St.Pancras a Londra in novembre, i treni per Parigi ridurranno il tempo di percorrenza di 20 minuti, rendendo sempre meno conveniente scegliere l’aereo – spiega Fabbian -. Si calcola che il numero dei passeggeri salirà da circa otto a 10 milioni. Questo per noi vuol dire una crescita notevole del business”. E anche in Spagna, uno dei Paesi europei dove Cremonini è leader della ristorazione sui treni con la Rail Iberica, si prevede una forte espansione dell’alta velocità: nel 2012, con 2.230 chilometri, sarà il Paese europeo dove ci saranno più linee ferroviarie veloci.
Il gruppo modenese, grazie alla sua esperienza unica in questo settore, è ora stato contattato dalla Russia per uno studio sul mercato nazionale, che presenta grandi potenzialità. “Pensate – spiega Cremonini – che un treno russo ha un tempo di percorrenza medio di 24 ore. Però esistono già tratte che presentano opportunità di mercato, come la Mosca-San Pietroburgo, o le tratte verso le località turistiche del Sud. Noi studiamo il mercato, e stiamo attenti alle opportunità che presenta questo Paese così grande”. Ma curando la ristorazione sui treni di punta come l’Eurostar Londra-Parigi, c’è posto per un gruppo che ha come settore trainante la produzione alimentare per introdurre il gusto italiano? “I passeggeri dell’Eurostar sono in maggioranza inglesi – afferma Fabbian – per cui dobbiamo tener conto del loro gusto. In generale, l’italianità del nostro servizio si vede nel calore del servizio stesso, che ci viene riconosciuto a livello internazionale”.