Ue ricatta Grecia su Schengen? Atene: “porremo veto accordo Brexit”

19 Febbraio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WS)- La Grecia minaccia di bloccare l’accordo fra Ue e Regno Unito in assenza di garanzie sulle sue frontiere al Nord del paese sotto pressione per la crisi dei migranti.

E’ quanto si apprende mentre sono ancora in corso gli incontri ristretti fra i leader europei prima della ripresa del vertice a Ventotto. La questione della gestione delle frontiere greche e’ emersa gia’ nella giornata di ieri, quando i capi di Stato e di governo dell’Ue hanno affrontato il dossier immigrazione durante la cena di lavoro.

Secondo le prime anticipazioni, Atene chiede ai Paesi partner nella Ue di non chiudere i loro confini fino al prossimo vertice Ue-Turchia di marzo, altrimenti porrà il veto sull’accordo per impedire l’uscita della Gran Bretagna dalla Ue che viene discusso in queste ore dai leader europei a Bruxelles.

“Chiediamo che venga deciso unanimemente che fino al 6 marzo nessuno Stato chiuda unilateralmente i suoi confini… altrimenti il governo greco non approverà il testo finale” al cosiddetto vertice sulla Brexit, ha detto una fonte di Atene all’Afp. Ancora: “Abbiamo trascorso molto tempo ieri per trovare un terreno comune e una risposta paneuropea per il problema del confine greco”, ha ammesso il ministro degli Affari europei della Polonia, Konrad Szymansky, che sulla fine dei lavori non si e’ sbilanciato. “E’ difficile a dirsi se siamo a un metro o a mezzo metro dall’accordo. Siamo vicini, naturalmente, ma non siamo alla fine”, ha detto riferendosi al negoziato con i britannici per scongiurare una Brexit, negoziato su cui pesa la questione greca.