UE, OSPEDALI A RISCHIO INFEZIONE

8 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne)- Stoccolma, 8 giu – Un paziente ogni dieci in Europa, tra quelli ricoverati in ospedale, prende un’infezione, spesso derivante da microbi resistenti ai farmaci. Secondo l’ultimo report pubblicato dallo European centre for disease prevention and control (Ecdc) di Stoccolma, ogni anno circa 3 milioni di pazienti appartenenti ai Paesi dell’Unione europea contraggono una malattia all’interno delle strutture della sanità pubblica e circa 50.000 muoiono come conseguenza. “Il nostro studio dimostra che le infezioni associate con le strutture ospedaliere sono diventate un problema serio in Ue, anche perché molte di queste infezioni sono causate da nuovi microbi farmaco-resistenti”, ha commentato Markos Kyprianou, commissario europeo per la salute. “E’ inaccettabile – ha aggiunto – che un ricoverato ogni dieci in ospedale si ammali di una malattia che non aveva prima”. La causa dell’emergere di tanti batteri farmaco-resistenti sarebbe la grande quantità di antibiotici che si usa in ospedale, che stimola la nascita di microorganismi resistenti. Se il fenomeno non sarà fermato, si legge nel report della Ecdc, l’umanità perderà una delle più potenti armi della medicina.