Ubs: tra buy-back e dividendi $2.500 miliardi nel mercato

5 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Mentre le aziende americane, complice la riforma fiscale voluta dall’amministrazione Trump, continuano ad accumulare cash, gli analisti di Ubs calcolano che la corporate America inietterà nel mercato finaziario oltre di 2.500 miliardi di dollari in ciò che gli analisti chiamano “flusso”, ovvero una combinazione di buy-back, dividendi e attività di fusioni e acquisizioni.

Si tratta di una cifra enorme che arriva dallariduzione delle tasse a carico delle aziende ma anche dagli incentivi a riportate negli Stati Uniti il cash parcheggiato all’estero.

Secondo la Federal Reserve, le aziende Usa hanno quasi 2.500 miliardi dollari di contanti parcheggiati nel mercato interno e fino a 3.500 miliardi di dollari oltreoceano.

Entrando nel dettaglio delle stime, la banca svizzera prevede che l’emissione di dividendi raggiungerà i $ 500 miliardi, i riacquisti di azioni proprie saranno compresi tra $ 700 miliardi– 800 miliardi mentre le attività di M & A raggiungeranno $ 1.3 mila miliardi.

Se i numeri fossero confermati, si trattarebbe di una cifra che equivale a circa il 10% della capitalizzazione di mercato di S & P 500 e al 12,5% del Pil Usa.