Uber metterà in app gli iconici taxi gialli di New York

24 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

Uber ha reso noto che inserirà i taxi gialli di New York sulla sua app, una mossa che potrebbe aiutare il colosso dei trasporti a superare la carenza di veicoli nel suo più grande mercato. La Grande Mela è stata per anni un campo di battaglia tra il colosso e i tassisti, che hanno protestato a lungo contro la tecnologia dell’azienda sulla base del fatto che ha sconvolto il settore e limitato i loro guadagni.

L’accordo vedrebbe Uber collaborare con le società di software per taxi Creative Mobile Technologies e Curb, le cui app insieme rappresentano tutti i taxi gialli di New York.

È probabile che un simile accordo porti più affari ai tassisti in un momento in cui il picco dei prezzi delle materie prime si è aggiunto ai guai di un settore già duramente colpito dalla pandemia di COVID-19.

Secondo il Wall Street Journal, che per primo ha riportato la notizia, i passeggeri pagheranno all’incirca la stessa tariffa per le corse in taxi come per le corse con Uber X.

Uber, le cui azioni sono aumentate del 6% nelle prime contrattazioni di giovedì, negli ultimi mesi ha lottato per tenere il passo con un aumento della domanda causato dalla ripresa post pandemica.

La partnership “aggiungerà decine di migliaia di veicoli alla piattaforma Uber a New York City e oltre”, ha affermato Curb in una nota.

Uber ha affermato che ora ha più conducenti sulla sua piattaforma negli Stati Uniti che in qualsiasi momento durante la pandemia e che l’aumento del prezzo del carburante non ha avuto un impatto sulla sua base di conducenti.