Twitter: esordio tra un mese a Wall Street, snobbato Nasdaq

16 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Manca un mese esatto all’Ipo più attesa di quest’anno. Non sarà il Nasdaq, ma il New York Stock Exchange a ospitare Twitter quando farà il suo ingresso in Borsa.

La popolare piattaforma di microblogging ha scelto la data del 15 novembre, un venerdì, per l’esordio a Wall Street, nella speranza che per quel giorno il Congresso avrà trovato una soluzione alla crisi del debito Usa.

Il titolo scambierà sotto il simbolo “TWTR”.

Di solito le società della sfera tech gravitano verso l’indice composito Nasdaq, ma gli ultimi problemi tecnici occorsi, compresa la disastrosa Ipo di Facebook, hanno convinto la società americana a optare per il NYSE.

“È una vittoria importante per noi. Siamo grati a Twitter per la fiducia accordataci e non vediamo l’ora di stringere una partnership con loro”.

Nel caso in cui Washington non riesca a trovare un accordo per l’innalzamento del debito o almeno per un rinvio fino a febbraio – ipotesi ventilata negli ultimi giorni di concitate negoziazioni – la volatilità di mercato sarebbe assicurata, minacciando la buona riuscita dell’Ipo.

Twitter ha una settimana di tempo per fissare e svolgere gli incontri con gli investitori. Il roadshow con i migliori consulenti di Wall Street dovrebbe partire il 25 ottobre. È l’evento durante il quale istituti come Goldman Sachs, Morgan Stanley e JP Morgan cercheranno di trovare una strategia comune per meglio vendere il gruppo ai clienti della banca.