TRIESTE, IL DELITTO SI REPLICA ALL’UNIVERSITA’

20 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Trieste, 20 giu – Per riprodurre in laboratorio un delitto di camorra, Rai Tre si è rivolta al Dipartimento di Psicologia dell’Università di Trieste. La ricostruzione verrà trasmessa nel corso della trasmissione “Seconda Chance”, format condotto da Riccardo Chartroux in onda in seconda serata venerdì 22 giugno. L’equipe del prof. Agostini, responsabile sia del “Laboratorio di fenomenologia e psicofisica della luce e del colore” che del “Mind in Sport Lab”, ha collaborato con i tecnici di Rai Tre per realizzare una ricostruzione sperimentale delle condizioni di visibilità nelle quali si è svolto l’ omicidio e in cui è avvenuta l’unica testimonianza oculare, utilizzata dagli inquirenti per identificare e far condannare l’indagato. Il Dipartimento di Psicologia dell’Università triestina è stato scelto come sede per la realizzazione di un vero e proprio esperimento, con 72 testimoni oculari esposti individualmente per una frazione di secondo ad una sparatoria e richiamati, pochi giorni dopo, per il riconoscimento del presunto killer tra 5 attori presso una stanza attrezzata con un vetro mono-direzionale. La tradizione della psicologia della percezione triestina trova un’ area di studio e di possibile applicazione delle procedure sperimentali. Lo scopo della trasmissione “Seconda Chance” è quello di riaprire dei casi in cui i protagonisti potrebbero aver subito delle ingiustizie.