Triboo, ricavi ed Ebidta in forte crescita nei primi nove mesi del 2021

1 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Triboo ha reso noto i risultati di bilancio dei primi nove mesi del 2021. In particolare il gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA di Borsa Italiana ha messo a segno ricavi consolidati al 30 settembre 2021 pari a 67,1 milioni di euro, in crescita del 28% rispetto ai 52,4 milioni di euro al 30 settembre 2020.

L’Ebitda consolidato del gruppo Triboo (che controlla questa testata online) ha registrato una crescita del 21% a 8 milioni di euro rispetto ai 6,6 milioni di euro al 30 settembre 2020.
A livello di singole ASA, la divisione T-Commerce ha conseguito ricavi pari a 40,9 milioni di euro con un Ebitda di 6,3 milioni di euro, TMediahouse ha messo a segno un giro d’affari pari a 9,2 milioni di euro e una marginalità pari a 570.000 euro mentre la divisione T-Agency ha registrato ricavi per 18 milioni di euro e un Ebitda pari a 1,1 milioni di euro.

“Triboo sta proseguendo nel proprio percorso di crescita delineato dal piano industriale 2020-2022 ed i risultati dei primi nove mesi dell’anno confermano questo trend, nonostante il protrarsi degli effetti legati alla pandemia Covid-19. Siamo molto soddisfatti dei risultati consuntivati, che indicano chiaramente una crescita del Gruppo non soltanto rispetto al 30 settembre 2020, ma anche rispetto ai primi nove mesi – ante pandemia – del 2019” ha commentato Giulio Corno, amministratore delegato di Triboo.

La posizione finanziaria netta del Gruppo è negativa per 10,8 milioni di euro, sostanzialmente invariata rispetto ai 10,7 milioni di euro al 30 giugno 2020. L’indebitamento netto al 30 settembre 2021 fa essenzialmente riferimento ai debiti finanziari per affitti e leasing, contabilizzati in conformità al principio contabile internazionale IFRS 16, per 8,9 milioni di euro, ed ai debiti per opzioni put / earn out per 1,4 milioni di euro.