Trading online, con il Covid in crescita tra i risparmiatori

22 Marzo 2021, di Alessandra Caparello

Pagamenti, operazioni bancarie, trading online, assicurazioni, finanza personale e investimenti tutti rigorosamente online. L’abitudine di accedere ai servizi finanziari esclusivamente attraverso i dispositivi mobile è ora saldamente radicata come emerge dall’edizione settimanale di Comscore Snapshots, sul consumo di servizi finanziari online in Europa (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito).

Servizi finanziari on line da device in crescita

Dall’indagine emerge che le dimensioni del pubblico che utilizzano servizi finanziari esclusivamente su device mobili sono più grandi di quelle relative al solo desktop e a quelle con doppio accesso, in tutte le categorie.
In generale, i siti web e le app finanziarie online si suddividono in sei categorie: banking, pagamenti, servizi finanziari e consulenza, assicurazioni, investimenti e tasse e l’online banking è la categoria più ampia in termini di dimensione di audience, seguita da quella relativa ai pagamenti.

Un’altra misura di quanto i consumatori siano molto predisposti ad accedere ai servizi finanziari online è evidente nel tempo medio trascorso su di essi. In Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito, il tempo medio speso è cresciuto in tutte le categorie finanziarie, con la sola eccezione del banking.
Il tempo dedicato ai servizi di pagamento online invece è più che raddoppiato tra gennaio 2020 e gennaio 2021.
Un altro trend interessante è l’aumento del tempo dedicato ai servizi di investimento, che riflette una tendenza globale verso il trading online tra gli investitori retail.

Infine l’indagine individua i principali siti o app di finanza online con la più alta percentuale di reach e in Italia vincono Gruppo Poste Italiane, PayPal, Intesa Sanpaolo.