Trader credono ad accordo Cina-Usa: “Borsa salirà +15%”

22 Marzo 2019, di Mariangela Tessa

Nonostante gli ostacoli, alla fine Cina e Stati Uniti firmeranno l’accordo sul commercio mettendo parola fine alla guerra a colpi da dazi che va avanti da circa un anno. Ne è convinto Jackson Wong, direttore associato di Huarong International Securities, secondo cui grazie alla sigla dell’intesa i mercati potrebbero salire del 15% o più nel resto dell’anno.

“La voce è di un accordo a fine di aprile è data al 90% dal mercato con una firma a fine di giugno”, ha detto Wong in un’intervista alla CNBC.

La previsione di Wong segue il rally del mercato intrapreso da inizio anno, all’incirca in coincidenza con le crescenti aspettative degli investitori in merito alla conclusione positiva dei negoziati tra Cina e Stati Uniti.

Trader si aspettano un accordo entro fine anno

“Gli investitori si aspettano un accordo dalla fine dell’anno scorso, quindi penso che il mercato abbai ripreso a correre da quel momento in poi”, ha detto.

La sua analisi arriva in mezzo alla guerra commerciale in corso tra le due maggiori economie del mondo, iniziata circa un anno fa. Intanto, secondo rumor ripresi della stampa americana mentre i funzionari degli Stati Uniti stanno cercando di trovare un’intesa  di lungo termine con Pechino, il presidente Donald Trump è concentrato sui risultati di breve termine da usare come carta elettorale in occasione delle prossime presidenziali

In particolare, Donald Trump, deciso a ridurre il deficit commerciale con la Cina, starebbe spingendo i suoi negoziatori affinché Pechino accetti di acquistare il doppio o il triplo dei beni finora messi in conto. La Cina ha offerto di acquistare fino a 1.200 miliardi di beni nel settore dell’energia, agricoltura e prodotti aeronautici negli Stati Uniti per un periodo di sei anni.