Trader colpevole del ‘Flash Crash’ è già in libertà

23 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – Un tribunale di Londra ha concesso la libertà condizionale su cauzione a Navinder Singh Sarao, il trader accusato dalle autorità Usa di aver illegalmente provocato il flash crash a Wall Street il 10 maggio.

Versando 5,05 milioni di sterline (pari a 8 milioni di dollari) Sarao si è comprato la libertà.

L’investitore si oppone all’estradizione negli Stati Uniti, dove dovrebbe presentarsi davanti a una corte dell’Illinois con l’accusa di aver manipolato i mercati.

Sarao pagherà 5 milioni di sterline mentre i suoi familiari versanno le 50 mila sterline restanti.

All’accusato è stato ritirato il passaporto e la condizionale prevede altre restrizioni, come per esempio negli spostamenti possibili.

Secondo alcuni Sarao è solo un capro espiatorio dello scandalo di 5 anni fa. Nick Leeson, il trader autore di una delle più famose frodi finanziarie della storia, ha detto all’emittente radio inglese LBC che le accuse contro il 36enne britannico non dicono tutta la verità.

Il 6 maggio dl 2010 l’improvviso crollo delle Borse ha causato perdite pari al -9% sul Dow, pari a $1000 miliardi di valore.

Praticamente da solo con puntate fraudolente che hanno fatto perdere alla Barings Bank 862 milioni di sterline, Leeson ha portato al fallimento l’istituto.

(DaC)