Tonfo Twitter, -11%. Delude crescita utenti, troppo indietro rispetto a Facebook

30 Aprile 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Tonfo a Wall Street per il titolo Twitter, che nelle contrattazioni afterhours ha perso oltre -11%, attestandosi a $37,83, a seguito della pubblicazione di risultati di bilancio che non hanno convinto i mercati.

Immediata la reazione degli analisti di Cantor Fitzgerald, che hanno tagliato il target price a $40 da $45, mantenendo comunque il rating “hold”.

Gli investitori sono rimasti delusi, in particolare, dalla crescita dei nuovi utenti. Di fatto, nel primo trimestre dell’anno, il numero di nuovi utenti è stato di 255 milioni, contro i 257 milioni attesi dal consensus e ben al di sotto, soprattutto, degli utenti di Facebook, che superano quota 1 miliardo. E già circola l’hashtag #BeMorelikeFacebook.

Il tasso di crescita della base degli utenti è stato +25%, inferiore rispetto a +30% del trimestre precedente. In più, Twitter ha sofferto un’altra perdita trimestrale, pari a $132 milioni, o a un passivo di 23 centesimi per azione.

Il titolo continua a riportare una performance niente affatto stellare. Twitter ha perso infatti quasi -40% (-36%) da inizio anno, ed è scambiato ancora a un valore pari 14 volte gli utili del 2014.

Il sentiment degli operatori è decisamente meno euforico rispetto ai tempi dell’iPo dello scorso novembre, quando le quotazioni salirono fino a quasi $45.

Non è bastata la crescita del fatturato, che si è attestato a $250,49 milioni.