Tokyo in calo con il resto dell’Asia

13 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Altra chiusura debole per la piazza di Tokyo, stamane, dopo la seduta erratica ieri su cui hanno pesato le incertezze relative allo sviluppo dell’economia, dopo gli esiti incerti delle elezioni al Parlamento nipponico. Dal fronte macroeconomico, sono giunte notizie sostanzialmente positive, con la revisione al rialzo della produzione industriale, vista in crescita a maggio rispetto alla frenata stimata nella lettura preliminare. Migliora inoltre la fiducia dei consumatori a giugno, anche se l’indice resta al di sotto della soglia di 50 punti, disegnando un clima ancora negativo. L’indice Nikkei ha chiuso così in ribasso dello 0,25% a 9524 punti, mentre il Topix ha ceduto lo 0,39% a 854,39 punti. Debole anche il resto dell’Asia. Fra le altre principali piazze asiatiche, Seul archivia un progresso dello 0,20% a 1737,47 punti, mentre Taiwan cede lo 0,55% a 7597,42 punti. Miste le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong che lima lo 0,06% e Singapore lo 0,12%. Viaggiano sopra la parità Bangkok +0,04%, Kuala Lampur +0,21% e Jakarta +0,17%. Pesante invece Shangai che perde l’1,91%.