Tokyo chiude debole, meglio resto dell’Asia

12 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiusura debole per la piazza di Tokyo, dopo una seduta molto erratica per il mercato giapponese. Sul mercato hanno pesato le incertezze relative allo sviluppo dell’economia, dopo gli esiti incerti delle elezioni al Parlamento nipponico, anche se la debolezza dello yen ha ispirato acquisti sui titoli dei grandi esportatori. Per contro, i finanziari hanno segnato una performance fortemente negativa, deprimendo il mercato. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,41% a 9546,47 punti, mentre il Topix ha ceduto lo 0,39% a 857,84 punti. Meglio ha fatto il resto dell’Asia, buona performance messa a segno dall’Europa e da Wall Street la scorsa settimana, di rimando ad un maggiore ottimismo sulla ripresa economica globale. Fra le altre principali piazze asiatiche, Seul archivia un progresso dello 0,50% a 1731,66 punti, mentre Taiwan mostra una limatura dello 0,1% a 7639,55 punti. Bene le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute con Hong Kong che avanza dello 0,67%, Singapore dello 0,28%, Bangkok dello 0,51%, Kuala Lampur dello 0,43% e Jakarta dello 0,90%. Bene anche Shangai che sale 0,58%.