TLC: SPRINT PRONTA AL DIVORZIO GUARDA AI TEDESCHI

5 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

E’ atteso entro questa settimana l’annuncio ufficiale dello scioglimento dell’accordo di fusione tra Sprint Corp. (FON) e WorldCom (WCOM), ma per la terza societa’ telefonica americana c’e’ gia’ pronto un altro candidato.

Si fa infatti piu’ insistente il nome di Deutsche Telekom (DT), il gruppo tedesco che gia’ possiede una partecipazione del 10% in Sprint e che non fa mistero di mirare al mercato americano.

L’interesse, annunciato oggi, alla britannica Cable & Wireless (CWP) – che detiene il 28% del traffico Internet negli USA grazie all’acquisizione della divisione Internet di MCI Communications
darebbe gia’ a Deutsche Telekom una finestra sull’America, aggirando le restrizioni governative che proibiscono a una societa’ controllata al 25% da un governo straniero (Deutsche Telekom vede la partecipazione di Berlino al 59%) di ottenere licenze della FCC.

L’offerta da $100 miliardi di Deutsche Telekom a Sprint potrebbe quindi scontrarsi con le opposizioni governative.