TLC: DT COMPRA VOICESTREAM PER $55,7 MLD

24 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Deutsche Telekom (DT), la seconda societa’ europea di telefonia, ha siglato l’accordo di fusione con VoiceStream Wireless (VSTR) per $55,7 miliardi.

L’operazione, che sara’ perfezionata attraverso uno scambio azionario, prevede che gli azionisti di Voicestream ricevano $30 e 3,2 azioni Deutsche Telekom per ogni titolo posseduto, per un valore totale di $50,7 miliardi piu’ l’assunzione di posizioni debitorie per $5 miliardi.

La transazione, che dovrebbe essere formalizzata nella prima metà del 2001, deve ancora ricevere l’approvazione delle autorita’ antitrust.

Il nuovo gruppo telefonico potra’ contare su un bacino d’utenza potenziale di 375 milioni di clienti.

L’accordo di fusione incontrera’ una sicura opposizione politica passando allo scrutinio della Federal and Communications Commission, l’organo federale di controllo per le telecomunicazioni, visto che l’acquirente e’ una societa’ straniera. Gia’ la scorsa settimana, alcuni membri del Congresso Usa avevano chiesto il blocco delle trattative.

Il problema sembra investire anche l’Unione Europea secondo la quale gli Stati Uniti violerebbero i regolamenti dell’Organizzazione Mondiale sul Commercio qualora venisse approvata una legge che limiti l’acquisizione di societa’ americane da parte di aziende straniere.