TITOLO ALITALIA, ESPOSTO CODACONS

21 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 21 set – Il Codacons ha presentato un esposto alla Consob ai sensi dell’art. Art. 187-octies T.U.F. per l’andamento estremamente fluttuante del titolo azionario Alitalia. Il titolo è passato troppo spesso da titolo peggiore dell’indice Mibtel ad azione “in testa” al paniere S&P/Mib, con rialzi anche del 6,25 %. Le continue inversioni di rotta del titolo troppo spesso sembrano essere legate a notizie di stampa su presunte offerte pubbliche di acquisto, indiscrezioni poi regolarmente smentite. Ieri, secondo una nota diffusa dall’associazione di consumatori, si è toccato il fondo: l’Eliseo ha dovuto smentire un accordo tra Prodi e Sarkozy per la vendita di Alitalia ad Air France-Klm. “Inutile dire – spiega il Codacons – che il titolo ha chiuso a +3,64, il migliore rialzo del Mib 30 (l’unico titolo insieme a Saipem e Pirelli ad avere avuto una variazione positiva). Altri esempi: il 12 settembre Alitalia ha fatto un comunicato stampa sull’approvazione della semestrale. Il 13 settembre la quasi totalità della stampa ha titolato che Alitalia riduceva le perdite del semestre (si andava da “Alitalia, rosso in lieve calo” a “Alitalia, meno perdite nel semestre”). Peccato che il miglioramento rispetto al precedente esercizio di 9 milioni di euro, come ammesso dalla stessa compagnia, fosse un fatto solo formale dovuto esclusivamente ad un cambiamento dei principi contabili. Quel giorno il titolo volò”. Il Codacons ha presentato così un esposto alla Consob, al fine di accertare se vi siano o meno speculazioni finanziarie ai danni del mercato e, soprattutto, dei risparmiatori.