TISCALI: SHOPPING IN SVIZZERA, COMPRA DATACOMM

14 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tiscali ha raggiunto l’accordo per acquisire l’80% del capitale della Datacomm Ag, una società svizzera che fornisce l’accesso a Internet a circa 50.000 utenti e accesso alla rete su linee dedicate.

Il controvalore, che non è stato specificato, sarà pagato, si legge in una nota, con azioni Tiscali di nuova emissione, che saranno emesse dopo l’approvazione dell’aumento di capitale da parte della prossima assemblea straordinaria, che si terrà a marzo.

L’acquisto di Datacomm porta i recenti investimenti di Tiscali per l’espansione in Europa a 160 milioni di euro. Un euro vale 1936,26 lire.

L’operazione rientra nella strategia della società di Renato Soru che intende creare un portale di accesso globale alla Rete che comprenda infrastrutture per l’accesso a tecnologie vocali e a Internet, come pure servizi in rete ad alto valore aggiunto.

“Datacomm”, ha spiegato Soru, “sarà un tassello importante della strategia che ci porterà alla creazione di una società Internet di livello europeo”.

La società svizzera (che ha anche tre Internet cafè) fornisce accesso Internet a circa 50mila utenti e accesso alla rete su linee dedicate.

Sarà collegata al network Tiscali tramite una rete di cavi a fibra ottica che collegherà Francia, Scvizzera, Italia e Spagna, la cui realizzazione verrà completata nel terzo trimestre dell’anno.

Dino Trovato, fondatore di Datacomm, continuerà nel suo attuale ruolo di amministratore delegato della società. Consulente finanziario di Tiscali è Warburg Dillon Read, divisione Investment banking di Ubs.