TIM è partner del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021

28 Maggio 2021, di Redazione

TIM è partner del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021: tutte le iniziative del Gruppo TIM per la sostenibilità

 

Da sempre in prima linea quando si parla di sostenibilità attraverso innovazione, TIM è partner del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021. L’evento è la più ampia iniziativa in Italia legata all’Agenda 2030 delle Nazioni unite sulla sostenibilità e punta a sensibilizzare cittadini, imprese e istituzioni riguardo alla sostenibilità economica, sociale e ambientale.

L’evento, organizzato da ASviS, Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, si svolgerà dal 28 settembre al 14 ottobre 2021, in rete, nei territori italiani e nel resto del mondo, per diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di raggiungere i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs – Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030. Oltre TIM, che ha subito abbracciato la causa, tra gli altri partner si segnalano Coop, Costa, Enel, Ferrero, Lavazza, Unicredit, Unipol, Media Partner Ansa e Rai e, infine. la collaborazione di Comin&Partners e Saatchi & Saatchi.

 

TIM e l’impegno per la sostenibilità: l’accordo con A2A per la transizione energetica dei servizi Noovle

TIM ha avviato negli ultimi anni una strategia fortemente caratterizzata da una marcata ricerca di sostenibilità, sia essa ambientale, economica, tecnologica o sociale, oltre che sull’innovazione, necessaria per lo sviluppo sostenibile dei servizi e in più larga scala della crescita stessa delle città e dei distretti industriali del Paese. La digitalizzazione e la sua accelerazione nel nostro Paese è infatti uno dei punti cardine della strategia TIM per il prossimo triennio, racchiusa nel piano strategico 2021-2023 “Beyond connectivity” che prevede molte iniziative per accelerare la digitalizzazione in Italia e supportare attraverso le tecnologie della rete uno sviluppo sostenibile della società.

In particolare, tra gli accordi siglati da TIM proprio alla luce di una innovazione sempre più sostenibile e responsabile, spicca l’accordo tra TIM e A2A per favorire la trasformazione digitale e accelerare la transizione energetica sostenibile dei servizi offerti da Noovle, intervenendo sui consumi dei Data Center.

Il Memorandum of Understanding siglato consentirà a TIM di accedere a servizi e tecnologie in linea con i principi di economia circolare, con l’obiettivo di ottimizzare le risorse energetiche utilizzate da Noovle per le attività del Data Center. TIM potrà così ottimizzare le risorse energetiche utilizzate anche grazie all’impiego di fonti di energia alternative attraverso l’utilizzo di sistemi di Intelligenza Artificiale, che consentiranno il monitoraggio e quindi un utilizzo più efficiente delle risorse. Invece, A2A potrà accelerare, grazie a TIM, il proprio percorso di digital transformation, ottimizzando i processi operativi e commerciali attraverso l’utilizzo dei servizi forniti dal Gruppo TIM, quali i servizi cloud di Noovle, il 5G e i servizi IoT.

Applicando tecnologie utili al recupero del calore prodotto dalle infrastrutture per alimentare il sistema di teleraffrescamento e teleriscaldamento, TIM potrà immagazzinare il calore in esubero, consentendone il riutilizzo nei mesi successivi e valutando la rivendita futura dell’energia stoccata, comportando una riduzione delle emissioni di CO2 oltre che possibili vantaggi in termini economici.

 

TIM, con ERG firmato un accordo decennale per la fornitura di energia green prodotta da fonti rinnovabili

A ulteriore dimostrazione del proprio impegno per la sostenibilità TIM ha poi firmato il più grande accordo mai siglato, di durata decennale, per la fornitura di energia elettrica green prodotta al 100% da fonti rinnovabili. L’accordo firmato con ERG prevede infatti la fornitura di energia al 100% green, proveniente dagli impianti eolici ERG, per il periodo 2022-2031.

TIM riuscirà, grazie all’accordo con ERG, a coprire fino al 20% dei consumi energetici del Gruppo con energia proveniente da fonti rinnovabili;  un importante contributo allo sviluppo del settore dell’energia pulita, in linea con gli obiettivi di riduzione delle emissioni di Co2 e decarbonizzazione stabiliti dall’Unione Europea, oltre ovviamente a contribuire al raggiungimento degli obiettivi di eco-efficientamento previsti dalla strategia TIM per i prossimi anni.

 

Il piano strategico TIM “Beyond Connectivity” per la digitalizzazione sostenibile dell’Italia

Tra le principali iniziative previste nel piano strategico TIM per digitalizzare il Paese e al contempo rispettare i principi di ecosostenibilità del piano strategico 2021-2023, spicca tra gli altri anche il progetto Smart District, per supportare la digitalizzazione delle imprese e dei distretti produttivi italiani. Per gli oltre 140 distretti produttivi coinvolti su piano nazionale, TIM ha previsto diversi servizi utili all’accelerazione digitale delle imprese tra cui:

  • l’integrazione di strumenti digitali volti a semplificare i processi produttivi e ottimizzare le risorse, influendo positivamente sui costi e l’impatto ambientale;
  • il potenziamento della rete, attraverso l’impiego delle tecnologie FTTC/FTTH, FWA, 5G e satellite, offrendo così servizi sempre più innovativi ed efficienti;
  • una serie di servizi accessori, realizzati in collaborazione con protagonisti dell’innovazione come Noovle con Google Cloud, Olivetti, Telsy e Fornendo grazie a queste importanti partnership servizi cloud,servizi verticali IoT, di Cybersecurity e servizi internazionali per la relazione coi clienti all’estero.

Continua così l’impegno del gruppo TIM nel supportare la trasformazione sostenibile delle imprese italiane, attraverso una digitalizzazione dei servizi rispettosa dei principi di sostenibilità ambientale ed economica, al fine di generare ricadute positive sui territori coinvolti nelle varie attività.