TIM, prosegue “Operazione Risorgimento Digitale”

9 Novembre 2020, di Redazione

TIM in prima linea con “Operazione Risorgimento Digitale”  

Prosegue “Operazione Risorgimento Digitale”, l’iniziativa pensata da TIM per educare i cittadini e i consumatori all’uso consapevole e sicuro di Internet. Il progetto vede TIM in prima linea con la collaborazione di oltre 30 partner di eccellenza del settore pubblico, privato e del no profit. Numerose anche le Associazioni dei Consumatori che hanno scelto di aderire al progetto proposto da TIM: Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori e U.Di.Con. Anche a novembre, disponibili nuovi corsi ideati da TIM per consentire ai cittadini di incrementare le proprie competenze digitali.

 

TIM in campo per contrastare il digital divide culturale italiano

Da sempre TIM risulta una realtà che risponde alle esigenze dei cittadini, cercando di capire quali sono e quali saranno le chiavi per agevolare la quotidianità degli utenti. Dando uno sguardo all’attuale situazione si nota che l’Italia risulta essere un paese ancora arretrato in termini di digitalizzazione. Secondo un recente studio del DESI (Digital Economy and Society Index), l’Italia perde una posizione nella classifica 2020 dell’Indice di digitalizzazione dell’economia e della società, collocandosi all’ultimo posto nell’UE per quanto riguarda la dimensione del capitale umano. I risultati conseguiti dal nostro Paese sono limitati per quanto riguarda le competenze digitali e la digitalizzazione delle imprese, così come resta modesto l’uso dei servizi pubblici digitali.

I dati del rapporto del DESI raccontano un paese che risulta essere ancora arretrato a livello di competenze digitali, con solo il 42% delle persone di età compresa tra i 16 e i 74 anni che possiede almeno competenze digitali di base (58% nell’UE) e solo il 22% che dispone di competenze digitali superiori a quelle di base (33% nell’UE).

 

TIM investe sui cittadini nel momento di difficoltà dovuto alla pandemia

Ai dati diffusi dal DESI va aggiunta la particolare situazione che i cittadini stanno vivendo a causa della pandemia da Covid-19, che ha stravolto completamente le abitudini private, sociali e lavorative. L’attuale emergenza sanitaria ha reso indispensabile il digitale, portando una larga fetta di lavoratori a adottare lo smartworking e una significativa porzione di studenti a usufruire della didattica a distanza.

In questo contesto, TIM ha capito quanto sia fondamentale fornire ai cittadini le opportune conoscenze per un uso consapevole e sicuro di Internet, pensando a un’iniziativa volta a educare i cittadini e i consumatori all’uso consapevole e sicuro di Internet per cogliere tutte le opportunità e i vantaggi della vita digitale prevenendo i principali rischi online, rischi che vanno dall’uso corretto degli strumenti digitali per la gestione del denaro agli acquisti online, alle nuove modalità di accesso a informazioni, prodotti e servizi.

 

Una vasta e interessante gamma di webinar TIM

TIM ha lanciato quindi il progetto “Operazione Risorgimento Digitale” promuovendo attività di tipo divulgativo e formativo e allargando sempre di più la base dei cittadini informati sul digitale.

Entrando nello specifico del programma ideato da TIM, la società ha sviluppato webinar sui vari temi come la spiegazione delle condizioni contrattuali, delle clausole e dell’assistenza post-vendita, oppure come l’identificazione di quali siti possono considerarsi affidabili. Ma non solo: TIM prevede seminari online volti a illustrate le modalità per accedere online ai servizi della Pubblica amministrazione fruendo così di diritti e di servizi in formato digitale per pratiche sanitarie, previdenziali o contributive, a partire dai servizi messi a disposizione dall’Agid, Spid e PagoPA, ma anche corsi pensati per i genitori, sempre più alla ricerca di informazioni utili per capire come rendere consapevoli i propri figli degli eventuali rischi presenti online.

Infine, consapevole che uno dei maggiori rischi presenti online sono le fake news, TIM ha pensato di dedicare alcuni webinar appositi per distinguere le false notizie. Informazione e disinformazione sul web presentate quindi come potenziali criticità potenziate dalla condivisione dei social media, soprattutto nei momenti di emergenza collettiva dove la paura alimenta voci infondate e il rischio di notizie diffuse e fuori controllo.

 

Luigi Gubitosi: “TIM offre un percorso di inclusione digitale”

Luigi Gubitosi, attuale AD di TIM, in merito all’iniziativa “Operazione Risorgimento Digitale” ha dichiarato: “Intendiamo offrire un grande percorso di inclusione digitale che ha l’obiettivo di estendere a coloro che fino ad oggi ne sono esclusi competenze e conoscenze necessarie ad usufruire delle opportunità che il digitale sempre più offrirà nella vita quotidiana di tutti noi”.