TIM, “Operazione Risorgimento Digitale” si rinnova

1 Dicembre 2020, di Redazione

TIM, avanti tutta con “Operazione Risorgimento Digitale”

 

TIM rinnova “Operazione Risorgimento Digitale” con nuove proposte formative online per accompagnare, in questo momento delicato attraversato dal Paese, i cittadini all’uso della rete, cogliere tutte le opportunità e i vantaggi della vita digitale e semplificare la vita delle persone attraverso l’uso quotidiano delle nuove tecnologie e applicazioni.

 

TIM non si ferma di fronte alla pandemia

Il progetto di TIM “Operazione Risorgimento Digitale” è stato lanciato un anno fa con una grande scuola mobile che attraversava l’Italia e che, dopo l’adattamento resosi necessario a causa della pandemia Covid-19, oggi vede impegnati oltre trenta partner, pubblici e privati. Sono moltissime le iniziative targate TIM ideate proprio per il periodo di particolare difficoltà che sta investendo la nostra nazione.

Molte risorse di TIM, ad esempio, sono state investite per abbattere il Digital Divide presente nel nostro paese sia a livello infrastrutturale che culturale. “Operazione Risorgimento Digitale” va proprio in questa direzione, cioè quella di cercare di dare gli strumenti necessari ai cittadini per poter navigare nella massima sicurezza e per rendere più accessibile il mondo del web a tutti.

 

TIM, svelati oggi nella diretta streaming le nuove iniziative del progetto ORD

TIM rafforza il programma di “Operazione Risorgimento Digitale” con l’avvio di nuovi corsi online gratuiti aperti a tutti. Le nuove iniziative i nuovi partner verranno svelati oggi nella diretta streaming “Operazione Risorgimento Digitale, le competenze del futuro oggi”, che sarà possibile seguire sul sito https://operazionerisorgimentodigitale.it/

Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di Tim afferma: “L’esperienza della pandemia ha accelerato la diffusione e l’utilizzo di molti strumenti di comunicazione via web. Siamo convinti che il 2021 sarà un anno determinante per rilanciare lo sviluppo tecnologico e il processo innovativo del nostro Paese, anche grazie alle importanti risorse attese dal Next Generation EU”.

Tra le iniziative che verranno annunciate nell’evento di oggi alle 17:30:

  • Una scuola internet aperta a tutti
  • Un’iniziativa per supportare i docenti e avvicinarli alla cosiddetta didattica “ibrida”
  • Un corso pensato per i lavoratori e permettere loro l’acquisizione di nuove competenze;
  • Una piattaforma rivolta alla PA per favorire la rivoluzione digitale .

«Fin dal lancio del progetto Operazione Risorgimento Digitale abbiamo promosso iniziative di divulgazione e formazione in collaborazione con importanti partner dell’industria, delle istituzioni, dell’associazionismo di categoria e del terzo settore” spiega Luigi Gubitosi, AD di Tim.

L’iniziativa conferma la volontà di TIM e dei suoi partner nell’accelerare la diffusione delle competenze digitali nel Paese. Si tratta di un impegno svolto in sinergia con oltre 30 partner di eccellenza, tra realtà pubbliche e private, associazioni di categoria, terzo settore e importanti attori nel campo dell’innovazione sociale, finalizzato a chiudere il Digital Divide culturale nel Paese.

L’iniziativa è infatti realizzata in collaborazione con la Commissione Europea e supportata da protocolli di intesa con i ministeri della PA dell’istituzione e delle Giustizia. Inoltre, TIM vanta nel novero delle aziende coinvolte nomi come BcgCiscoGoogleAccentureHuaweiNttDataReplySamsungZte.

Oltre a Luigi Gubitosi e ai CEO delle aziende partner, l’appuntamento delle 17:30 vedrà inoltre la presenza del Presidente di TIM Salvatore Rossi.

 

Non solo ORD: TIM stringe un accordo strategico con Eutelsat

Come anticipato, TIM non si sta muovendo solo per abbattere il Digital Divide culturale ma sta anche investendo importanti capitali per fronteggiare il Digital Divide infrastrutturale. In questo contesto, TIM ha deciso di siglare un accordo con Eutelsat per portare la connettività nelle zone più remote del Paese. Una svolta decisiva, in quanto questa intesa consentirà di ampliare l’offerta di servizi in banda ultralarga di TIM attraverso la tecnologia satellitare.

L’accordo tra TIM e Eutelsat prevede l’acquisto, da parte di TIM, dell’intera capacità trasmissiva per l’Italia sui due nuovi satelliti ad altissime prestazioni che Eutelsat ha attivato e attiverà nei prossimi mesi: i satelliti KONNECT e KONNECT VHTS, dedicati rispettivamente alla distribuzione della banda ultralarga satellitare e al potenziamento delle connessioni (il satellite VHTS consentirà di offrire connessioni ancora più performanti fino a 200 Mbps e ad un numero maggiore di clienti).

L’accordo tra Tim ed Eutelsat Communications vale 150 milioni di euro e consentirà, quindi, alle famiglie italiane, anche a quelle che vivono nelle zone più isolate, di beneficiare della banda larga fissa ad altissima velocità via satellite da gennaio 2021.