Tesla, Musk: “Dall’inferno della produzione a quello delle consegne”

17 Settembre 2018, di Alessandra Caparello

Siamo passati dall’inferno della produzione all’inferno della logistica di consegna. Così il CEO di Tesla Elon Musk in un tweet in risposta a un reclamo del cliente sulla consegna della sua vettura.

“È un problema molto più trattabile e stiamo facendo rapidi progressi. Dovrebbe essere risolto a breve.

Il miliardario 47enne, sempre nell’occhio del ciclone per le sue gesta – l’ultima in ordine temporale aver fumato marijuana durante una diretta – tempo fa aveva allertato i clienti di Tesla su possibili ritardi per un significativo aumento del volume di consegna dei veicoli in Nord America. La capacità di Tesla di raggiungere i suoi obiettivi di produzione ha pesato sul titolo in passato, e la società ha dovuto lavorare per colmare le lacune dopo aver fallito nel raggiungere gli obiettivi di produzione per la Model 3. Musk la scorsa settimana ha annunciato che l’azienda eliminerà alcune opzioni di colore per le sue auto elettriche per ottimizzare la produzione.

Il CEO di Tesla ha anche dichiarato di volere un servizio di riparazione interno, capace di riparare i veicoli elettrici della compagnia nello stesso giorno o entro un’ora.  Musk ha puntato il dito contro i negozi esterni che a suo dire impiegano troppo tempo per riparare i veicoli ma allo stesso tempo ha ammesso che fornire pezzi di ricambio non è stata una priorità per Tesla.

“La fornitura di servizi e ricambi in generale sarà la priorità di Tesla dopo che avremo superato la folle logistica delle consegne di auto nelle prossime settimane.”

Intanto il titolo Tesla in Borsa cede terreno in avvio (vedi grafico sotto) dopo che il fondo sovrano saudita ha investito più di 1 miliardo di dollari in una casa automobilistica concorrente, Lucid Motors. Il primo modello commerciale elettrico, Lucid Air, vedrà la luce nel 2020.