TERZIARIO AVANZATO, LA RICETTA DI PADOVA VALLEY

26 Febbraio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Padova, 26 feb – Con oltre 12 mila imprese e 50 mila addetti, il terziario avanzato è cresciuto a ritmi “cinesi” negli ultimi dieci anni facendo di Padova l’epicentro dei servizi innovativi a Nordest. E viene proprio da Padova il documento “5 idee per il pubblico e il privato per essere competitivi”, ovvero cinque proposte che indicano le possibili traiettorie di crescita del settore a livello regionale, il suo contributo alla competitività del sistema produttivo e all’efficienza del settore pubblico. Una piattaforma che Unindustria presenterà domani. Il terziario padovano concentra un quarto delle imprese di servizi avanzati del Veneto (23,3%) e il 22,2% degli occupati nel settore. E’ sorta negli ultimi anni una Padova Valley fatta di imprese di servizi complessi, con un elevato contenuto di conoscenza e un utilizzo intensivo delle tecnologie dell’informazione: informatica, progettazione industriale e design, comunicazione e marketing, logistica, ricerca e sviluppo, finanza, risorse umane. Un “capitale di competenze” a disposizione delle Pmi ma anche del settore pubblico per migliorare l’efficienza dei servizi.