Terrorismo: facciamo squadra, la sicurezza è di tutti

23 Maggio 2017, di Giovanni Falcone

Il gravissimo attentato nel Regno Unito ancora una volta ripropone il problema sicurezza della nostra vita, nessuno escluso.

Lo scambio di informazioni fra tutti gli Stati a livello planetario, anche isolando quei Paesi che non fanno abbastanza per una efficace azione di contrasto al terrorismo, deve rappresentare la stella polare dell’agenda politica.

Anche se non ancora conosciamo nei dettagli la genesi dell’operazione e le origini della persona che si è fatta esplodere provocando la strage che sappiamo, si è capito che i muri non servono ma al contrario serve una buona politica ed un costante lavoro d’intelligence.

Come ieri eravamo francesi oggi siamo tutti inglesi perché di fronte a queste stragi non ci sono bandiere, non ci sono colori ma solo un comune sentimento di angoscia che ci prende, a prescindere dalle convinzioni politiche di ognuno.

Condoglianze vivissime al popolo inglese!