Tasse: scadenze in vista ma Fisco prepara l’ennesima proroga

24 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

Luglio è uno dei mesi dell’anno più ricco di scadenze e per questo il Fisco starebbe valutando una proroga in extremis che possa dare fiato ai contribuenti e agli operatori. Dopo lo slittamento in zona Cesarini dei termini per il versamento delle imposte per le imprese, sembra che sia arrivato il momento anche per altre importanti scadenze.

Come riporta Il Sole 24 Ore a via XX Settembre i tecnici del ministero starebbe vagliando un decreto che sposti il termine per aderire alla rottamazione delle cartelle esattoriali, in scadenza a fine mese. La data più azzardata è il 2 ottobre (visto che il 30 settembre cade di domenica). I contribuenti così avrebbero più tempo per aderire alla mini sanatoria e regolarizzare così una volta per tutte i loro debiti pendenti con il Fisco.

Il 31 luglio è la scadenza fissata anche per aderire ad unaltra diversa mini sanatoria o mini condono, ossia la procedura della voluntary disclosure, il rientro dei capitali all’estero. A spingere per la proroga la scarsa adesione registrata finora, circa il 27% delle 27mila istanze attese per centrare gli obiettivi di gettito.

Proroghe che si riverserebbero a catena su altre scadenze, prima fra tutte quella che riguarda i redditi. In primis il modello 770  il modello dei sostituti di imposta il cui termine ultimo di presentazione potrebbe essere spostato dal 31 luglio al 31 ottobre. Stessa data anche si ipotizza per la scadenza del modello Redditi e del modello Irap. Insomma ancora scadenze, ancora rinvii dell’ultimo minuto.