Tara Tan Kitaoka insignita del titolo di Cavaliere dal Presidente della Repubblica Italiana, Gi

28 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

La sig.ra Tara Tan Kitaoka, presidente dell’azienda di importazioni di vino italiano K.K.Vinarius ( http://kkvinarius.com/ ), ha ricevuto il titolo di Cavaliere dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana dall’Italia. La sig.ra. Kitaoka è la prima donna del settore vinicolo italiano a ricevere questa onorificenza in Giappone e in Asia. La cerimonia si è tenuta il 15 luglio 2010 presso l’Ambasciata italiana a Tokyo, in Giappone. La sig.ra Kitaoka ha investito 22 anni in Giappone e all’estero nell’esplorazione del mondo del vino e della gastronomia italiani, incanalandoli nella giusta direzione. Ha compiuto ogni sforzo per creare un legame corretto tra Italia e Giappone al fine di sviluppare azienda agricola italiana. Le tracce della sua passione inestinguibile e del suo amore sincero per i vini italiani si ritrovano nel G.T.T.C.S. (Guaranteed Total Temperature Control System, sistema completo di controllo della temperatura), l’unico sistema di trasporto del vino che garantisce che la temperatura dei vini trasportati sia continuamente controllata, dalla cantina alla porta del cliente. Il G.T.T.C.S. è il sistema con brevetto internazionale inventato e sviluppato da K.K.Vinarius. La sig.ra. Kitaoka ha contribuito a individuare diversi piccoli produttori di vino italiano, invece delle grandi cantine commerciali note. Con suo marito, il defunto Paul Soichiro Kitaoka, ha preso la decisione di sostenere i punti validi necessari per mantenere il gusto genuino dei vini italiani, che era qualcosa che mancava sul mercato. Ha aiutato molti piccoli produttori di vini italiani a diventare noti sul mercato internazionale promuovendoli personalmente nella sua rete internazionale. Altrimenti, queste piccole cantine non avrebbero mai avuto la possibilità di essere conosciute, a causa della loro capacità relativamente ridotta e ai fondi limitati. Ha introdotto il G.T.T.C.S. in molti alberghi e ristoranti, suggerendo loro come usare le cantine e guidandoli nell’uso del giusto tipo di calice per vini specifici. Al contempo, ha cercato di comprendere il mercato giapponese, che è estremamente complesso, al fine di introdurre il gusto dei vini italiani a un pubblico più vasto. Condividendo gli stessi obiettivi, la sua squadra mirata alla crescita ha lavorato per portare i migliori vini italiani di piccole cantine ai consumatori giapponesi di vino italiano. Le caratteristiche professionali del G.T.T.C.S. hanno anche consentito a tutte le cantine italiane associate di spedire vini italiani in Giappone mantenendo l’eccellenza del gusto originale. Alcuni vini hanno addirittura un gusto migliore in Giappone che nelle loro cantine italiane. K.K.Vinarius ha dovuto affrontare una dura lotta con l’ambiente commerciale attuale e con il mercato enologico giapponese che è molto confuso, sperando che tutti i consumatori di vino italiano in Giappone possano apprezzare il gusto vero ed originale dei vini e fornendo vini italiani salubri come responsabilità sociale. I suoi sforzi di lunga durata sono stati oggi debitamente riconosciuti. Foto/Galleria multimediale disponibile: http://www.businesswire.com/cgi-bin/mmg.cgi?eid=6370870&lang=it

K.K. VinariusOkada Hiroshi, +81 3-5468-5188http://kkvinarius.com/