T-Bond Future: tassi bassi e aumento massa monetaria la combinazione perfetta

27 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nell’ultimo verbale, la Federal Reserve ha fatto esplicita ammissione di essere pronta a lanciare una seconda ondata di quantitative easing, in caso di necessità. Permanenza di tassi bassi e massa monetaria in aumento, sono la ricetta perfetta per far risalire i prezzi del mercato obbligazionario. Analizzando il grafico, il quadro tecnico mostra un andamento discendente nell’ultimo periodo, per scarico di eccessi di ipercomprato, ma le condizioni dettate dalla Fed, alimentano la possibilità di ripresa del trend rialzista, originato dai minimi di Aprile di quest’anno. Il principale Gov’s americano ha chiuso la settimana a 131,75 punti, dopo aver aggiunto il top 133,18 mettendo a segno una performance settimanale positiva dello 0,87% a fronte di quella mensile negativa del 3,13%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza vista a 133,29 con target successivo stimato a 134,06. Supporto a 130,88.