SVIZZERA: NASCE IL “FORT KNOX” DEI DATI INFORMATICI

1 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Ginevra, 1 giu – Anche la Svizzera ha il suo (o meglio, i suoi) “Fort Knox”. Si tratta di alcune strutture inaccessibili create sfruttando una serie di bunker abbandonati dall’esercito nelle profondità delle Alpi nelle aree di Zweisimmen e Saanen, siti in grado di resistere anche a un attacco atomico. Eppure, in queste costruzioni iper-protette, almeno per il momento, non si trova, né è previsto che debba trovarsi in futuro, un grammo d’oro, né d’altro materiale prezioso. L’idea dei manager della società C-Channel, specializzata in logistiche bancarie, è infatti un’altra: quella cioè di assicurare un riparo sicuro al mille per mille …ai dati informatici. In pratica, chiunque ne abbia la necessità, potrà affidare agli iper-protetti server dell’azienda elvetica i propri dati sensibili fino a un peso di 200 megabits con la sicurezza che questi saranno “al riparo da furti, incendi, virus e hacker”, come afferma René Reinli, direttore del progetto “PayMaker”. I clienti, ovviamente, potranno in qualsiasi momento accedere alle informazioni protette nel cuore delle Alpi tramite un codice d’accesso che, ovviamente, dovrà essere tenuto segretissimo.