Superbonus 110%: da oggi si cambia, entra in scena il modello unico

5 Agosto 2021, di Mariangela Tessa

Vita più semplice per coloro che vogliono accedere ai benefici del superbonus 110%. La Conferenza Unificata ha dato il via libera alla modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della Comunicazione Asseverata di Inizio Attività (CILA-Superbonus), che riduce gli adempimenti necessari per usufruire dell’agevolazione per ristrutturare gli immobili: non sarà dunque più necessaria l’attestazione di stato legittimo e meno requisiti per la documentazione da allegare alla richiesta.

Secondo quanto riportato in una nota del Dipartimento della Funzione pubblica, soltanto l’eliminazione dell’attestazione di stato legittimo comporterà un risparmio di spesa di almeno 110 milioni di euro.

Il documento, disponibile sul sito della funzione pubblica potrà essere utilizzato da oggi, giovedì 5 agosto.

Sulla base delle norme approvate lo scorso mese, anche in caso di interventi strutturali, a eccezione di quelli che prevedono la demolizione di un edificio, per procedere sarà sufficiente la Cila e non servirà più la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività).

Superbonus 110%: che cosa cambia

In ottica di semplificazione, il modello Cila-superbonus contiene solo gli estremi del permesso di costruire o del provvedimento che ha legittimato l’immobile (come la data di rilascio), mentre per gli edifici completati prima del 1° settembre 1967 basta una dichiarazione.

Non serve più l’attestazione di stato legittimo (che richiedeva anche mesi) ma è sufficiente la dichiarazione del progettista di conformità dell’intervento da realizzare.

Un unico modello valido in tutta Italia

Ulteriore semplificazione rispetto alla disciplina precedente è la validità in tutta Italia del modulo. Prima dell’approvazione del decreto Recovery, la modulistica era diversa da Regione a Regione

Snelliti anche i requisiti della documentazione progettuale da allegare alla Cila. L’elaborato dei lavori consisterà nella descrizione, in forma sintetica, dell’intervento da realizzare. Eventuali grafici dovranno essere presentati soltanto se indispensabili a una più chiara e compiuta descrizione.

Quando si rischia perdita del superbonus

Alcuni comportamenti potranno portare alla perdita del beneficio del Superbonus 110%: la mancata presentazione della stessa Cila, la realizzazione di interventi in difformità da quanto dichiarato nella Cila, l’assenza dei dati su titolo abilitativo o l’epoca di costruzione e le false dichiarazioni