Stellantis: Alfa e Lancia avranno 10 anni per riuscire nel rilancio

14 Maggio 2021, di Alberto Battaglia

Nella grande casa di Stellantis c’è spazio per tutti i marchi, compresi quelli lasciati indietro dalla precedente era Fca come Alfa Romeo e, soprattutto, Lancia. Lo ha dichiarato l’ad del gruppo Carlos Tavares, nel corso di un incontro organizzato da Automotive News:

Stiamo dando una prospettiva di 10 anni a ogni responsabile di marchio, in termini di pianificazione e finanziamento del prodotto… Amiamo tutti i brand e non si uccide ciò che si ama“.

La dichiarazione ha una valenza particolare proprio per Alfa Romeo e Lancia: la prima in grave crisi di vendite, a distanza di qualche anno dalla sfida lanciata con la Giulia; la seconda, invece, relegata solo al mercato italiano con una vettura, la Ypsilon, ormai datata. Per entrambi i marchi, ricchi di storia ma dal futuro incerto, si aspetta venire a conoscenza dei cambiamenti che il nuovo piano industriale dell’era Stellantis apporterà.

Stellantis: tutti i marchi “hanno una possibilità”

La prospettiva aperta da Tavares ha un orizzonte ben definito: 10 anni per riaffermarsi o, forse, scomparire.
Quanti marchi hanno un finanziamento di 10 anni per organizzare la crescita? Questo stiamo dando loro, quindi hanno una possibilità“, ha detto il Ceo del gruppo, “Se ce la faranno, li applaudiremo. Se perderanno, vedremo cosa fare”. Per il manager Stellantis “rappresenta la combinazione perfetta tra la forza di storiche Case automobilistiche e la mentalità aperta e flessibile di una squadra che vuole sposare il futuro”.

Per quanto riguarda il piano industriale in lavorazione, Tavares ha dichiarato:

“Abbiamo bisogno delle giuste strategie perché il mondo cambia velocemente”, ha dichiarato Tavares, “ma ora stiamo partendo da una crisi. Quindi ci stiamo prendendo il tempo necessario per preparare il piano strategico per il lungo periodo”. Prima della presentazione della nuova roadmap, ha precisato l’ad, “ci saranno degli annunci su iniziative che stiamo negoziando e realizzando con alcuni partner”.